Start Cup Lazio 2020, i vincitori della 6a Edizione

NewTuscia – Start Cup Lazio (SCL) sostiene la creazione e accompagna al mercato Startup/Spinoff innovativi ad elevato contenuto di conoscenza provenienti dal sistema regionale della ricerca scientifica e favorisce i processi di trasferimento di conoscenza al fine di promuovere lo sviluppo del territorio e del Paese, anche attraverso l’erogazione di servizi presso gli incubatori e gli Spazi Attivi regionali.

Una vera e propria Business Plan Competition promossa dalle Università e dagli Enti di ricerca del Lazio in collaborazione con prestigiosi partner industriali e finanziari, organizzata e coordinata dall’Ateneo di Roma “Tor Vergata” in partnership con Regione Lazio e Lazio Innova.

Alla finale del 26 ottobre si sono sfidati 20 team (10 “team ricercatori” e 10 “team giovani” per un totale di 72 persone tra ricercatori, dottorandi e studenti) in diretta streaming sulla pagina Facebook “Lazio Innova” che, in pitch di 3 minuti, hanno illustrato il contenuto innovativo del loro progetto d’impresa e hanno risposto alle domande del Comitato di Valutazione.

L’edizione 2020 della SCL si è rafforzata grazie al montepremi messo a disposizione dalla Regione Lazio/Lazio Innova e alla sinergia con il progetto regionale “SVITA–Scuola di impresa per le start-up legate ai temi di scienze della vita”.

La cerimonia di premiazione si è aperta con i saluti del Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Orazio Schillaci, e ha visto la partecipazione del Sottosegretario al MISE, Gian Paolo Manzella e del Presidente dell’Associazione PNICube, Alessandro Grandi, dell’Assessore allo Sviluppo Economico della Regione Lazio, Paolo Orneli, del Presidente di Lazio Innova, Nicola Tasco, del Direttore Spazio Attivo e Open Innovation di Lazio Innova, Luigi Campitelli, del Prorettore al Trasferimento Tecnologico dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Vincenzo Tagliaferri e del Direttore Comunicazione e Relazioni Istituzionali AlmavivA, Michele Svidercoschi.

L’evento è stato moderato dal Coordinatore della Start Cup Lazio, Paola Paniccia dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”. I team sono stati presentati da Silvia Baiocco e Francesco Scafarto, dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” e Valentina Diana, di Lazio Innova.

L’edizione 2020 della Start Cup Lazio ha premiato:

Per i Team Giovani

1° Classificato: Toolery (Università di Roma “Tor Vergata”) 2°Classificato: Quadrivium (Università di Roma Tre) 3° Classificato: Guardian and Care (Università di Cassino e del Lazio Meridionale).

Per i Team Ricercatori

1° Classificato: Nanotech (Università di Roma “Tor Vergata”) 2°Classificato: Nephrotimp (Università di Roma “Tor Vergata”) 3° Classificato: Netabolics (Centro Enrico Fermi) 4° Classificato: Green Clean Biotech (CNR) 5° Classificato: StrokeCap (Università di Roma “Tor Vergata”).

SCL 2020 ha visto inoltre l’assegnazione anche delle seguenti Menzioni Speciali e dei seguenti Premi Speciali:

  • Menzione Speciale “Pari Opportunità”, conferita da Almaviva ai migliori progetti nel campo delle pari opportunità e volti a favorire l’imprenditorialità femminile, assegnata a Nanotech, ClinicApp Help Mobile, Guardian and Care e Quadrivium.
  • Menzione Speciale “Social Innovation”, conferita da Almaviva ai migliori progetti nel campo dell’innovazione sociale in base ai criteri espressi dalla normativa per le Startup Innovative, assegnata a GranSens, Green Clean Biotech, Guardian and Care e Sea Quality;
  • Premio Speciale “Regione Lazio”, per l’accesso ai servizi di incubazione presso uno degli Spazi Attivi del territorio laziale sulla base della prossimità geografica e della specializzazione della soluzione proposta, assegnato a Green Clean Biotech, Nanotech, Pet-Amì e Tetis;
  • Premio Speciale “Intesa Sanpaolo Innovation Center”, per l’ammissione diretta ad uno dei percorsi della StartUp Initiative del Gruppo Intesa Sanpaolo, assegnato a Cobot e Strokecap;
  • Premio Speciale “LVenture Group”, per l’ammissione diretta all’ultima fase di selezione del percorso di accelerazione, assegnato a Quadrivium e Sea Quality;
  • Premio Speciale “Peekabo”, per l’accesso diretto al Lean Startup Program, assegnato a Multipiattaforma KmZero.

I 5 vincitori del “team ricercatori” della SCL 2020 accederanno al Premio Nazionale per l’Innovazione (PNI) che si terrà nelle date del 30 novembre e del 4 dicembre nell’Ateneo di Bologna in modalità virtuale.

CHI SONO I VINCITORI
Nanotech, dell’Università di Roma “Tor Vergata”: un nanocollagene innovativo per il restauro e la conservazione di pergamene e tessuti antichi e moderni.
Nephrotimp, dell’Università di Roma “Tor Vergata”: un farmaco per la nefropatia diabetica.
Netabolics, del Centro Enrico Fermi: soluzioni di intelligenza artificiale basate sull’analisi del metabolismo cellulare.
Green Clean Biotech, del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR): un sistema di decontaminazione dall’arsenico dalle acque potabili, mediante un processo ecosostenibile di fitodepurazione che utilizza la felce Pteris vittata.
StrokeCap, dell’Università di Roma “Tor Vergata”: un prodotto per lo screening pre-ospedaliero di sospette lesioni intracraniche in situazione acuta (ictus o trauma).
Toolery, dell’Università di Roma “Tor Vergata”: una piattaforma proprietaria che digitalizza l’intera filiera edile.
Quadrivium, dell’Università di Roma Tre: un videogioco storico per mobile che prevede l’uso di geolocalizzazione e realtà aumentata per consentire ai giocatori di esplorare e riscoprire la cultura storico-artistica delle città in cui si trova.
Guardian and Care, dell’Università di Cassino e del Lazio Meridionale: una piattaforma digitale che fornisce un servizio efficace, personalizzato ed efficiente, per chiunque pratichi l’attività di cura in modo informale (familiari) e formale (badanti).