Viterbese-Bisceglie 1-1 , le pagelle : De Falco e Salandria predicatori nel deserto, male Baschirotto.

Daga 5.5. Non viene impegnato per gran parte dell’incontro ma palesa gli stessi limiti nel palleggio. Nel gol poteva fare di più, l’area piccola dovrebbe essere di sua proprietà…

Baschirotto 4.5. Che non era la giornata giusta si capisce subito quando sbaglia un disimpegno di testa, servendo una palla d’oro ad un giocatore neroazzurro, prontamente fermato da Mbende. Nell’occasione del gol rimane a fare la bella statuina.

Mbende 5.5. Salva la nitida occasione da gol appena citata, ma permette il cross in mezzo per il tap-in di Sartore.

Ferrani 6. Nel gol ospite è colui che ha meno colpe, durante i 90 minuti non viene mai messo in difficoltà.

Bianchi 5. Viene impiegato come esterno e non da braccetto della difesa a 3. Dalla sua parte si spinge veramente poco, ma difende con ordine fino alla rete di Sartore, quando arriva in ritardo sulla diagonale difensiva.

Bensaja 5. Qualità? No, Quantità? No, Palloni persi ? Si, tanti.

Bezziccheri 5. Vedi Bensaja, perde molti contrasti, limitandosi al compitino senza mai cercare di illuminare il gioco. Non avrà la qualità di De Falco, ma ieri tra le mezzali era quello che doveva accendersi, non lo ha fatto.

Salandria 6.5. Fino a quando è in campo è il migliore, come sempre d’altronde. Ruba tanti palloni ed ha il merito di battere l’angolo per Rossi.

De Santis 5.5. Primo tempo buono, rischia anche il gol in una sua discesa. Tra i quinti è lui quello che spinge. Nel secondo tempo però, si abbassa, schiacciandosi nella linea dei 3 centrali e la rete del pareggio proviene dalla sua fascia.

Rossi 7. Gran gol il suo, fa reparto da solo e si conquista la sua solita quantità di falli. Esce per un piccolo acciacco

Tounkara 5.5. Si prende l’ennesima ammonizione ingenua su una punizione a 70 metri dalla porta difesa da Daga, per aver allontanato il pallone. Trova poco la profondità, quando lo fa impensierisce il portiere avversario ma è poco costante nell’arco dei 90 minuti.

De Falco 6.5. Entra e illumina il gioco, basta vedere come gioca a testa alta per capire la sua superiorità, purtroppo i suoi compagni di reparto non sono alla sua altezza e non riesce ad addormentare il gioco negli ultimi 7 minuti.

Cappelluzzo 6. Entra e si sbatte come un leone per tenere qualche pallone, non è però al 100% e da solo soccombe contro la difesa avversaria, l’impegno c’è, l’aiuto dei compagni meno. Cerca di fare il lavoro di Rossi ma non ha la sua condizione fisica in questo momento.

Sibilia 5.5 Essendo un regista, appena entrato dovrebbe addormentare il match e scegliere i tempi di gioco, soccombe come il resto della squadra.

Besea s.v. L’unica cosa che capiamo è perche mister Maurizi non lo faceva ancora giocare, ma da qualche partita bisognerà pur cominciare a mettere minuti nelle gambe. Sembrava la migliore, sembrava…

Menghi M. s.v. Entra in un momento critico, può fare davvero poco.

All. Agenore Maurizi. 4 Ok, ha dovuto fronteggiare diversi casi di Covid, Ok ha dovuto fronteggiare diversi infortuni, Ok non avrà un gran materiale umano a disposizione, quantomeno per praticare il suo gioco fatto di pressioni alte e fraseggio, ma non ci vogliono Iniesta e Xavi per gestire 7 minuti in superiorità numerica contro il Bisceglie. La squadra sembra impaurita, nervosa (gol pochi, cartellini gialli a raffica) e poco sicura di se. Giudicare l’operato di un allenatore è sempre complicato, visti i retroscena negli allenamenti che nessuno conosce, ma questa volta non è possibile giustificarlo. Non per la partita, anche buona nel primo tempo, ma per quella gestione sciagurata in 11 vs 10. Se è vero che la squadra “ha avuto paura di vincere”, le responsabilità sono anche del mister.