Coprifuoco nel Lazio da venerdì 23 ottobre – Zingaretti firma l’ordinanza

NewTuscia – ROMA – Anche il Lazio ha deciso di allinearsi alle regioni Lombardia e Campania per il contenimento del virus.

Il governatore Nicola Zingaretti ha firmato oggi un’ordinanza che, tra le altre cose, impone il coprifuoco dalle ore 24 alle ore 5 del mattino.

Si potrà uscire e violare il coprifuoco soltanto per motivi di lavoro o di urgenza, le famose «comprovate esigenze», che dovranno essere giustificate con un’autocertificazione apposita. Il provvedimento impone il divieto di spostamento dei cittadini e la chiusura dei locali.

Anche per quanto riguarda istituti scolatici e Università ci sono delle nuove disposizioni. Le università incrementeranno il ricorso alla didattica digitale integrata per una quota pari all’75 per cento degli studenti iscritti, con esclusione delle attività formative che necessitano della presenza fisica o l’utilizzo di strumentazioni. I licei avranno invece una presenza al 50 % favorendo così la didattica a distanza cercando di snellire le aule e quindi la possibilità di contagi. Da questo provvedimento sono esclusi gli studenti del primo anno.

L’ordinanza entrerà in vigore venerdì 23 ottobre e avrà una validità di 30 giorni, ma per le scuole e le università le disposizioni inizieranno ad essere rispettate dal prossimo lunedì.

Nonostante l’Rt di Roma sia all’1,2, il presidente della Regione ha deciso di procedere proprio per contenere l’avanzata del Covid-19, in accordo con i sindaci e con i dirigenti scolastici.

È stato anche deciso di allestire e organizzare nuovi posti letto per i pazienti Covid al fine di avere a disposizione 2913 posti letto e 552 disponibili in terapia intensiva.

Ordinanza_regione_lazio_su coprifuoco