Lazio: Corrado (M5S), criticità sulle nomine dei Presidenti delle ASP

Grazie al M5S, rinviato il voto per 3 nomine su 4 in quanto prive dei certificati su assenza condanne. Criticità anche sull’unica approvata nonostante nostre perplessità

NewTuscia – ROMA –  La Consigliera Regionale M5S, Valentina Corrado, è intervenuta oggi nella I Commissione Affari Costituzionali sollevando questioni di legittimità in merito alle designazioni dei Presidenti delle ASP (ex IPAB) Sant’Alessio Margherita di Savoia (Roma), Giovanni XXIII (Viterbo), Istituto Romano San Michele (Roma) e Istituti Riuniti del Lazio (Gaeta).

“Fatta eccezione per la designazione dell’ASP Sant’Alessio, le altre tre designazioni presentavano istruttorie parziali in quanto prive dei certificati attestanti l’assenza di condanne, anche con sentenze non passate in giudicato, per reati contro la Pubblica Amministrazione previsti dal Codice Penale. Motivi per i quali ho chiesto e ottenuto il rinvio delle votazioni per l’espressione dei pareri obbligatori preliminari alle nomine che avverranno con decreto del Presidente della Regione Lazio Zingaretti.” – ha dichiarato Corrado – “Rispetto alla designazione del Dott. Piva come Presidente dell’ASP Sant’Alessio, la Commissione ha espresso parere favorevole a maggioranza, nonostante io abbia sollevato perplessità rispetto alla sua legittimità in quanto il Dott. Piva risulta attualmente presidente di una ONG che fino al 2019 ha ricevuto contributi dalla Pubblica Amministrazione. Ancora una volta, le nomine del Presidente Zingaretti presentano elementi di conflittualità rispetto alla normativa nazionale e alle indicazioni dell’ANAC in materia di inconferibilità, incompatibilità e conflitto di interessi”, ha concluso Corrado.

M5S Regione Lazio
XI Legislatura