Molly Bloom. La ‘Penelope’ di Joyce rivisitata da Diana Hobel a Quartieri dell’Arte

11 Ottobre 2020 ore 12.00 | Castello Farnese – Carbognano 

MOLLY BLOOM 

dall’Ulisse di James Joyce
Diretto e interpretato da Diana Höbel
Produzione Trento Spettacoli.

NewTuscia – CARBOGNANO – Di notte, a letto, incapace di dormire, Molly, moglie di Leopold Bloom, ripensa a tutti gli uomini che ha incontrato. Liberamente, senza inibizioni, attraversa ogni genere di fantasie e perversioni, sue o di quelli. È una marea conturbante di immagini che le impediscono di prendere sonno, sulle quali si innesta un altro pensiero ricorrente: la gelosia verso il marito, certamente traditore.  Alla fine, però, arriva il ricordo del giorno “…che eravamo stesi tra i rododendri sul promontorio di Howth con quel vestito di tweed grigio e il cappello di paglia il giorno che mi sono fatta fare la proposta sì…”. È il vagheggiamento della vita come è percepita nella prima giovinezza, in tutta la sua accecante forza, quando i colori, i sapori, le sensazioni sono totalizzanti ed estreme. “La mia versione, ridotta, del celebre monologo corre verso la rievocazione di quell’istante.” – Afferma Diana Höbel – “La passione è assoluta. Pura, perché non ancora inficiata dalla consapevolezza della caducità di ogni trasporto, percepita da sensi non ancora saturi. Pura nel pronunciamento del primo, fatidico, ‘Sì, lo voglio…Sì.” 

Diana Hoebel nasce a Napoli, per metà tedesca, vive tra Roma e Trieste. Attrice, autrice e regista, diplomata alla “Paolo Grassi” nel ’95. Ha studiato con K.Ida, M.Consagra, T. Salmon, S.Soldini, perfezionandosi con M. Martone e K. Lupa. Appena diplomata, incomincia a lavorare con la Compagnia di Attori e Marionette di G. e C. Colla. È stata diretta da K.Bogomolov, G. Costa, Massimo Castri, J.Wisniewski , M.Conti S. Sinigallia, S.Mabellini. Ha lavorato nel cinema nelle pellicole “Il ragazzo invisibile” di G.S alvatores (Prof.Siani), “Se chiudo gli occhi non sono più qui”, di V.Moroni, “Santa Veronica Giuliani” di G.Ziberna, “Cento anni” di D. Ferrario. Autrice e interprete di “Vulcano”, finalista Premio Scenario 2001; “Carmen”, storia di una partigiana, prod. Fondazione Benetton (2006); “Frau Bach” (2008); “Max Fabiani e l’anima del mondo”, “8558 Hack”, “Paolo Budinich e i paradossi dell’avventura” (2016); “De Tuoni”, (2016) e “Ugly Duckling”, al Museo Joyce, Trieste(2017). Regie: “Anche le pulci hanno la tosse”,di F.Tomizza,prod.La Contrada, Dramma Italiano di Fiume (2017),”Le amanti” di E.Jelinek, prod.Miela Bonaventura(2017), “Mary Rose”, di J.Barrie,prod.Cut Trieste(2018)

Prezzi: Intero 10 euro | Ridotto 5 euro (under 26, studenti e over 65)

Info e prenotazioni: ufficiostampaquartieridellarte@gmail.com
Tel. 347.8874694

www.quartieridellarte.it