A Civita di Bagnoregio il lancio della Rete delle Città Identitarie

NewTuscia – BAGNOREGIO – A Civita di Bagnoregio il 3 ottobre con Sylos Labini si confronteranno il critico d’arte Vittorio Sgarbi, il componente del CDA Rai Giampaolo Rossi, il direttore del mensile CulturIdentità Alessandro Sansoni e lo scrittore Emanuele Ricucci, ospiti del sindaco Luca Profili.

Valorizzare le nostre aree interne e riscoprire la forza dell’identità delle nostre città. E’ l’obiettivo dell’appuntamento in programma a Civita di Bagnoregio il prossimo tre ottobre alle ore 11 organizzato dal movimento culturale CulturaIdentità. Un confronto dialettico costruttivo e frizzante che vede la partecipazione del fondatore di CulturaIdentità, Edoardo Sylos Labini, del critico d’arte Vittorio Sgarbi e del componente del CDA Rai Giampaolo Rossi. Con loro il primo cittadino di Bagnoregio Luca Profili, il direttore del mensile CulturaIdentità Alessandro Sansoni, lo scrittore Emanuele Ricucci.

“L’Italia è una splendida creatura fatta di provincie sensuali, fiere della propria storia e orgogliose delle proprie tradizioni, tutte da valorizzare” commenta Sylos Labini che dall’affascinante borgo della Tuscia lancia la Rete delle Città Identitarie. “Una lega di borghi e comuni – spiega Sylos Labini – delle mille patrie che vogliono raccontare al mondo la loro magnifica diversità e che rappresentano la forza dell’Italia”.

Arte, storia, tradizioni saranno accompagnate dalla performance artistica del djset Alessandro Bizzarri e dalla chitarra elettrica di Alessio Rossetti in un’inedita versione elettronica dell’inno di Mameli. Nella splendida piazza San Donato sfileranno i sindaci e assessori con i propri gonfaloni di alcuni dei comuni che già hanno aderito alla Rete delle Città Identitarie: Norcia, La Spezia, Riccò del Golfo, Grosseto, Anagni, Arpino, Fiuggi, Frosinone, Pontecorvo, Onore, Casale Monferrato, Sutri.

Alle aree interne sarà dedicato anche il nuovo numero del mensile del movimento CulturaIdentità, in edicola dal 2 ottobre, con l’editoriale di Edoardo Sylos Labini, il contributo di Alessandro Sansoni, direttore responsabile della rivista, e altre prestigiose firme, come Vittorio Sgarbi, Marcello Veneziani, Gaetano Quagliarello, con le interviste allo storico Franco Cardini e al presidente del Censis, Giuseppe De Rita.

Partner ufficiale dell’evento è Eicom Energia, con la partecipazione dell’azienda Cantini Vetro. Mix di innovazione, energia e tecnologia a prima, ricerca del design personalizzato nella lavorazione del vetro la seconda. Due esempi del made in Italy che hanno in comune la voglia di scommettere sui giovani e investire nella cultura.