Trovato senza vita in un laghetto, le ipotesi al vaglio

NewTuscia – VITERBO – Il corpo di Andrea Cozzi, l’uomo che è stato trovato morto in un laghetto ieri, sarà sottoposto ad ispezione cadaverica e dopo restituito alla famiglia.

Tra le ipotesi al vaglio delle forze dell’ordine, quella che Andrea sia rimasto bloccato con gli stivali sul fondo fangoso del piccolo specchio d’acqua dopo essere caduto, oppure abbia avuto un malore. Lo scandagliamento da parte del nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco ha portato alla luce un remo su cui probabilmente l’uomo si era appoggiato.

Il 78enne di Bomarzo era uscito di casa mercoledì senza cellulare e come era solito fare si era recato al laghetto per lavorare sul canale che usava per fare affluire acqua all’orto che curava. E’ stato trovato il giorno dopo riverso in quei pochi centimetri di acqua.