Viterbo, il Consiglio regionale ha approvato una mozione che richiede lo stato di calamità per Viterbo

NewTuscia – VITERBO – Riceviamo e pubblichiamo. Dopo il sopralluogo effettuato nei giorni scorsi a Viterbo dai consiglieri regionali di Fratelli d’Italia Chiara Colosimo e Giancarlo Righini in seguito alla perturbazione abbattutasi sul capoluogo il 30 e il 31 agosto, i due esponenti politici hanno inviato una nota all’assessore Onorati per sollecitare un pronto intervento delle istituzioni. Ed oggi proprio il Consiglio regionale ha approvato una mozione che richiede lo stato di calamità per Viterbo.

“L’ondata di maltempo che si è abbattuta sul territorio e sulla città di Viterbo – hanno scritto nella nota i consiglieri Colosimo e Righini – nelle giornate del 30 e 31 agosto 2020 ci ha resi, purtroppo, spettatori inermi di un evento devastante che ha messo in ginocchio l’intero territorio e ha recato ingenti danni alle proprietà pubbliche e private, necessitando dell’intervento dei vigili del fuoco e delle forze dell’ordine.

La straordinarietà ed eccezionalità dell’evento atmosferico con piogge intense, venti forti, allagamenti, trombe d’aria ha causato numerosi e rilevanti danni all’agricoltura, all’allevamento, alle attività agricole e commerciali e ai privati.

Per tali motivazioni, richiedo l’istituzione di un “tavolo di concertazione” cui parteciperà il Comune di Viterbo, i rappresentati delle aziende e/o attività agricole e commerciali colpite e i privati.

Inoltre, chiedo il riconoscimento dello stato di calamità naturale e un sostegno economico, sotto forma di indennizzo e risarcimento, per i danni subiti a seguito dei devastanti eventi atmosferici.”

Fratelli d’Italia