NewTuscia  – VITERBO – Cambio al vertice delle compagnie dei Carabinieri di Tuscania e Civita Castellana, arrivano due donne al comando:  Pasqualina Frisio nella prima e Palmina Lavecchia nella seconda, succedendo rispettivamente ad Anna Patrono e Ciro Laudonia.

A Civita Castellana, afferma Lavecchia, torno a ricoprire un incarico territoriale, sono contenta di rimettermi al servizio dei cittadini. Palmina infatti proviene dalla Scuola Allievi Marescialli e Brigadieri di Velletri, luogo in cui ha anche ricoperto la carica di comando, per poi passare al Norm di Alatri, Cassino, Lanciano e Gaeta. Sposata e con due figli, per il momento sta facendo la scoperta del territorio con l’aiuto del neo promosso Tenente Colonnello Patrono, e chi sa se non troverà l’ispirazione per un altro dei suoi libri, la sua passione, dato che attualmente ne ha pubblicati già sette.

Il Maggiore Pasqualina Frisio invece è arrivata nella Tuscia dopo aver ricoperto il comando al Norm di Santa Margherita Ligure e quello del Nas a Firenze.

Entrambi i nuovi comandanti hanno già notato lo stretto rapporto tra Arma e cittadinanza, rendendosi conto dell’ottimo lavoro svolto dai rispettivi predecessori che nel congedarsi dal viterbese ringraziano per le soddisfazioni personali e professionali il territorio.

Anna Patrono, al comando di Civita Castellana dal 2015 appena un anno dopo essere stata promossa maggiore, una delle prime donne a ricoprire tale posizione, lascia in seguito alla promozione a Tenente Colonnello per guidare la sezione sicurezza del Comando Carabinieri Ministero Affari Esteri.

Ciro Laudonia, al comando della stazione di Tuscania per quattro anni, ora andrà Velletri come capo ufficio addestramento dell’Istituto Superiore di Tecniche Investigative dei Carabinieri.