Bassano in Teverina. Scuole ed avvio anno scolastico: botta e risposta tra sindaco Romoli e Minoranza

NewTuscia – BASSANO IN TEVERINA – Mi ero ripromesso di non intervenire più per chiarire marchiane imprecisioni  di chi siede oggi nei banchi della minoranza a Bassano in Teverina, ma in questo caso sono in campo i nostri bambini e ragazzi e la nostra scuola per la quale questa compagine di governo ha sempre instancabilmente lavorato, supportando fattivamente l’ottimo operato del personale docente, con l’affiancamento di iniziative di ogni genere al fine di stimolare una didattica di eccellenza.

Io e chi insieme a me condivide questa esperienza amministrativa non siamo abituati a dire cose non vere.  Forse altri sono molto più bravi di noi,  basterebbe guardarsi i consigli comunali e non solo per capire con chi abbiamo a che fare. Non manca fantasia,  nè inventiva; non manca la capacità di mistificare la realtà tentando di gettare fumo negli occhi, sospetto e discredito verso chi ha l’onere e l’onore di amministrare la nostra comunità.
La scuola media a Bassano è riaperta grazie ad un’iniziativa avviata dall’amministrazione alla quale ha assentito la dirigente scolastica Emilia Conti che a tal proposito si è interfacciata con il Ministero e con l’ufficio scolastico provinciale. In questi mesi invece di gridare al lupo al lupo, con la nostra consueta capacità di lavorare concretamente per Bassano,  abbiamo traguardato questo importante risultato.  In tutte le scuole d’Italia ci sono problemi di spazi e in quasi nessuna si  è riusciti a ottenere un risultato come il nostro, che ribadisco vede la riapertura delle scuole medie a Bassano per tutto l’anno scolastico 2020/2021. Quello che succederà nel 2022 lo vedremo alla luce di norme per il dimensionamento scolastico  che stanno cambiando anche a livello nazionale.

Solo qualche giorno fa si gridava alla luna per la mancata agibilità dell’istituto scolastico creando ingiustificato e infondato allarme proprio pochi giorni prima della riapertura delle scuole, atteggiamento del quale chiederò conto nelle sedi deputate. Spiace anche in questa circostanza prendere atto della incompetenza amministrativa,  della superficialità, dell’impreparazione con cui ci si approccia all’amministrazione. Spiace toccare con mano l’assoluto  poco interesse, passione,  amore verso Bassano, verso tutte quelle opportunità che si creano per la nostra comunità che ne’  si frequenta ne’ si conosce.  I consensi  alle ultime elezioni comunali avrebbero dovuto far avviare una riflessione profonda. La dignità politica e il senso del limite indurrebbero  chiunque a utilizzare il proprio tempo libero in altre attività. Eventi come la riapertura della scuola a Bassano dovrebbero riscontrare la coralità di tutti e la sinergia di tutte le forze politiche in campo. Così è sempre successo quando ognuno di noi si è trovato a giocare il ruolo di maggioranza o di opposizione, quando abbiamo condiviso provvedimenti importanti sostenendoli a prescindere dalle nostre appartenenze politiche o differenze ideologiche perché siamo Bassanesi e vogliamo bene alla nostra Bassano.  Le scuole medie a Bassano ci sono ed è una certezza: ha vinto Bassano,  ha vinto la buona politica; ha perso l’astio e l’odio che anima taluno tanto da offuscarne perfino la capacità di gioire di un risultato così importante.

Alessandro Romoli
Sindaco di Bassano in Teverina

La replica della Minoranza

“Il gruppo di minoranza Bassano di Tutti si trova, ancora una volta, a dover chiarire la propria posizione rispetto alle affermazioni del Sindaco Romoli. Ma andiamo per ordine.

Per quanto riguarda la non agibilità dell’istituto scolastico di Bassano in Teverina, la contestazione della minoranza si basa sui FATTI. Secondo il Ministero della Pubblica Istruzione l’istituto Dante Alighieri risulta NON agibile. Abbiamo chiesto al Sindaco di fare chiarezza sulla questione e, se già in possesso della documentazione che afferma il contrario, di presentarla  al più presto a chi di dovere.

La seconda questione che è stata sollevata riguarda, invece, la riapertura della scuola media del paese. Il Sindaco l’altro giorno ha fatto pubblicare un articolo dal titolo sensazionalistico: ” Riaprono le scuole medie”. Lo scopo del gruppo di minoranza, come più volte ribadito, è quello di informare e avvicinare i cittadini alla vita politica del paese. Il nostro articolo di replica, quindi, voleva essere esplicativo rispetto al motivo per il quale la scuola riapre, e chiaro per quanto riguarda il fatto che si tratta di una misura momentanea. Saremmo tutti molto felici se la riapertura fosse definitiva, ma si deve fare i conti anche con la realtà.

Chiarita la nostra posizione rispetto a questioni rilevanti, ci teniamo a sottolineare come ormai le repliche del Sindaco Romoli si basino sul nulla. Infatti, non rispondono mai in maniera concreta e con i fatti alle contestazioni della minoranza, ma si basano su sproloqui rispetto all’incompetenza di questa minoranza e al risultato delle scorse elezioni. Caro Sindaco, saremmo stati eletti anche con pochi voti, ma siamo qui per rappresentarli tutti e per rappresentare anche chi non ci ha votato. Se, come Lei afferma, avessimo “poco interesse, passione, amore verso Bassano”, pensa che ci occuperemmo ogni giorno di cosa succede nel nostro paese? La verità è che Lei non accetta critiche ed osservazioni, ogni riflessione diventa oggetto di discussione, il più delle volte infondata perché basterebbe mettere le carte in tavola.