NewTuscia – BAGNOREGIO  – Ricordo bene quella notte del 24 agosto 2016, mi svegliai, mi vestii di corsa e mia madre mi guardò chiedendomi dove stessi andando, risposi “a vedere se c’è ancora Civita”. Era stata forte, fortissima. Non presi poi sonno, mi fermai in comune a vedere sul computer le immagini tristissime provenienti da quelle zone. Ancora oggi, nonostante le risorse, si è troppo indietro con la ricostruzione.

Voglio lanciare un appello, da Sindaco, alla semplificazione dei lavori pubblici, alla “sburocratizzazione” del nostro paese, legato a delle tempistiche assurde, che portano gli uffici a soccombere sotto la pressione di mille carte.

Se vogliamo rilanciare il Pil, far ripartire l’economia, è l’unica strada. A volte mi prende lo sconforto, per quanto uno provi a velocizzare, a fare pressione, ci si trova a combattere contro una lunghezza procedurale paurosa.

Luca Profili sindaco di Bagnoregio