Castello di Santa Severa: il calendario degli spettacoli fino al 23 agosto

NewTuscia – SANTA MARINELLA – Proseguono gli appuntamenti quotidiani al Festival Sere d’estate al Castello di Santa Severa, spazio della Regione Lazio gestito dalla società regionale LAZIOcrea in collaborazione con il Comune di Santa Marinella, con la regia di Caffeina Group e Carramusa Group e con la media partnership deI Fatto Quotidiano. Da martedì 18 a domenica 23 sul palco all’aperto dell’area spettacoli con vista sul mare, si alterneranno tanti personaggi, dall’attualità al cinema e al teatro, come Luca Telese, Alessandro Haber, Francesco Montanari, Giancarlo De Cataldo e Chiara Gamberale. Tutti gli spettacoli sono all’aperto, con posti a sedere, ed è garantito il distanziamento sociale previsto per il contenimento del Covid 19. Gli eventi speciali del Castello di Santa Severa sono sostenuti da Poste Italiane.

Gli eventi dal martedì al venerdì

Martedì 18 agosto, ore 21.00 Maria Antonietta Schiavina presenta: Alberto racconta Sordi. confidenze inedite su amore, arte e altri rimpianti. La casa di famiglia. Le sorelle. La fede. Gli amori. La beneficenza. L’antiquario mancato (per fortuna). Avaro chi? A un passo dall’altare. La sacra pennichella. Silvana Mangano… C’è questo e molto altro nelle chiacchierate tra Sordi e Maria Antonietta Schiavina, che le ha registrate e trascritte. L’impareggiabile Albertone nostro, fenomeno del cinema italiano, scelse una affidabile giornalista milanese per lasciarsi andare a una serie di confidenze, che lette oggi hanno il sapore di un testamento intimo e artistico.

A seguire alle ore 22.00 Fabrizio Caramagna presenta: Se mi guardi esisto. Un padre divorziato e un’attivista coraggiosa e sognatrice. Una storia d’amore difficile ma bellissima che si rincorre ai quattro angoli del mondo. Un romanzo che scandaglia le varie fasi di un innamoramento maturo, dall’euforia del primo incontro fino al dolore della lontananza. Perché gli appuntamenti che ti fissa il destino hanno sempre a che fare con un paio di occhi e un cielo dai colori mai visti. Perché un giorno trovi la persona che ami e tutto succede in modo inaspettato. Perché poi passano i mesi, gli anni e arriva un giorno in cui tutto cambia. Un romanzo pieno di poesia che, frase dopo frase, ci ricorda l’importanza dell’empatia e della cura di ciò che ci circonda. E ci ricorda l’importanza dell’amore.

Mercoledì 19 agosto alle ore 21.00 Giancarlo De Cataldo presenta Io sono il castigo. Un tipo eccentrico, così viene definito da chi lo conosce, il Pm Manrico Spinori della Rocca, Rick per gli amici, gentiluomo di origini nobiliari, affascinante, un po’ donnaiolo e con una madre ludopatica. Ma anche i più scettici devono fare i conti con la statistica: nel suo mestiere è bravissimo. In più non perde mai la calma. Rick, con la sua squadra investigativa tutta al femminile, fra serate musicali, vagabondaggi in una Roma barocca e popolana, arriverà ancora una volta alla soluzione del mistero.

A seguire alle 22.00 Luca Telese presenta: cuori rossoblu’ Intervista al giornalista, opinionista e scrittore Luca Telese. E’ conduttore di “In Onda”, il contenitore informativo trasmesso su La7 per la stagione estiva. Telese è anche l’autore del libro “Cuori rossoblù. La leggenda di Gigi Riva e lo scudetto impossibile del Cagliari” (Solferino), sulla fantastica cavalcata della squadra isolana fino allo scudetto del campionato di calcio del 1969-70.

Giovedì 20 agosto, alle ore 21.00 spettacolo teatrale per famiglie: Musi lunghi e nervi tesi. Quanto è attuale parlare di gentilezza oggi? In una società dove relazionarsi è un problema anziché una risorsa, nasce questo spettacolo che indaga le emozioni scaturite dai rapporti umani, partendo proprio da quelle negative. Musi Lunghi e Nervi Tesi è un paese dove tutte le persone sono arrabbiate e maleducate: questo sentimento è così normale che finisce per essere il modo naturale in cui le persone si rapportano. Uno spettacolo d’attore, pieno d’ironia e divertenti gag, in cui la maleducazione e l’aggressività si manifestano con connotati grotteschi su cui poter ridere per comprenderne l’effettiva natura “alterata” e ritrovare la gentilezza. Compagnia Atgpt-Teatro Pirata Jesi. Tecnica: teatro d’attore e di figura.

Venerdì 21 agosto alle ore 18.00 con ingresso gratuito. Incontro ‘Ipotesi dello sbarco a Palo di Caravaggio. Aperitivo e talk con Felicia Caggianelli, direttore Tracciati d’arte, Ugo Russo giornalista. Modera Gianni palmieri, direttore Ortica Social.

Alle ore 21.00 Alessandro Haber porta in scena Canzoni e Versi. A partire da metà degli anni Novanta, Haber inizia un personale percorso musicale, con la pubblicazione di un piccolo capolavoro: l’album ‘’Haberrante”, che contiene “La Valigia dell’attore”, scritta per lui da De Gregori. Seguono altri album, tra cui “Qualcosa da dichiarare”, prodotto da Mimmo Locasciulli, e numerosi concerti. In spettacoli di grande successo dedicati a Bukowski, Haber porta in scena canzoni e versi, rileggendo tra musica e poesia l’opera dello scrittore americano.

Gli eventi del fine settimana

Sabato 22 agosto alle ore 18.00 con ingresso gratuito. Aperitivo artistico, partecipano Eugenio Pacelli che presenta il suo libro Viaggio d’amore. Introduce la storica dell’arte Floriana Mauro, esposizione di collages e plexiglass di Annamaria RussoAruss.

Alle ore 21.00 spettacolo teatrale I Menecmi, con Francesco Montanari. La commedia degli equivoci, così come raccontata da William Shakespeare e dalla letteratura classica e contemporanea seguente, trae le sue origini dalla commedia latina del III secolo avanti Cristo, nello specifico firmata da Plauto che prende il nome di “Menecmi”. I Menecmi sono due fratelli gemelli, separati alla nascita, che si rincontrano dando origine a scambi di persone e – dunque – di equivoci. Una commedia che nasce da un torto e termina con la riparazione dello stesso, che presta il fianco alla risata semplice, ma non si nega alla riflessione. Il tentativo qui è quello di entrare nella vicenda per estrarne il mito e confrontarlo con noi, intesi come uomini di oggi. Regia di Lorenzo Lavia.

Domenica 23 agosto, ore 21.00, reading teatrale Qualcosa. Con Chiara Gamberale, Fausto Sciarappa e Marcello Spinetta e la partecipazione speciale “in voce” di Luciana Littizzetto. -+ome possiamo fare pace con lo spazio vuoto che tutti abbiamo dentro? E come possiamo trovare un equilibrio fra l’ansia di assoluto e la lusinga del niente? Chiara Gamberale ha provato a rispondere nella sua favola morale “Qualcosa” diventa un reading teatrale che vede in scena la stessa Gamberale, nei panni della protagonista, Sciarappa in quelli del saggio e disperato Cavalier Niente e Spinetta che darà voce a tutti gli altri personaggi del libro. Voce narrante fuori campo Luciana Littizzetto, una presenza magica che ci rivelerà perché “è il puro fatto di stare al mondo la vera avventura”. Illustrazioni Tuono Pettinato, sonorizzazione Frank Sativa, messa in scena Roberto Piana.

biglietteria on line https://bit.ly/3eXb8c5
disponibili anche presso la biglietteria all’interno del Castello dal martedì alla domenica, ore 15.00 – 23.00