Uscita dal carbone, Federlazio e Legacoop Lazio: “Clima di dialogo con Enel per concordare il futuro della centrale”

NewTuscia – CIVITAVECCHIA – , hanno incontrato Enel per discutere della situazione attuale e degli scenari futuri in previsione dell’uscita dal carbone della Centrale di Torrevaldaliga Nord di Civitavecchia.
L’elemento di novità è che oggi le due Associazioni di Categoria si sono poste nei confronti dell’Enel congiuntamente e non singolarmente, come nel recente passato, dopo aver raccolto le istanze delle aziende del territorio.

Aspetto sottolineato con forza durante l’incontro è che molte imprese hanno raggiunto la determinazione di operare in sinergia, superando le storiche difficoltà a lavorare insieme. Passaggio estremamente importante, salutato dall’Enel come un elemento positivo, che le stesse Associazioni ritengono opportuno per affrontare le novità che si andranno a manifestare nel comprensorio.

Ai referenti del Gruppo Enel (aree affari istituzionali, filiera carbone, acquisti, energie rinnovabili, sviluppo fornitori) e al responsabile della Centrale di Torrevaldaliga Nord, Federlazio e Legacoop Lazio dopo aver evidenziato le difficoltà oggettive che il mondo dell’imprenditoria sta attraversando nell’attuale fase, aggravate dalle vicende epidemiologiche degli ultimi mesi, hanno manifestato preoccupazione per il futuro e per l’incertezza causata dal phase-out dal carbone di TVN.

L’Enel ha manifestato apertura al confronto, mettendosi a disposizione per superare le criticità e allo stesso tempo per supportare le imprese sulle opportunità di sviluppo in varie aree di business del Gruppo.

Sul futuro, invece, la dismissione dal carbone potrebbe avere una accelerazione del percorso e, pertanto, Federlazio e Legacoop hanno chiesto l’attivazione di un confronto permanente finalizzato ad una maggiore condivisione su quanto potrà accadere.

Nell’ambito della discussione i presenti hanno convenuto di coinvolgere tutti gli attori del territorio per affrontare insieme gli effetti della transizione dal carbone.

Questa la dichiarazione del Direttore Generale della Federlazio, Luciano Mocci:

“Nel ringraziare l’Enel per la disponibilità all’ascolto, allo stesso tempo ribadiamo la necessità di operare affinchè, in una fase estremamente delicata come quella che stiamo attraversando, le imprese siano tenute nella giusta considerazione. A tal fine ben venga un tavolo con tutti i soggetti interessati in grado di sviluppare progetti a favore di un’economia in profonda difficoltà”.

Questa la dichiarazione del Vice Presidente di Legacoop Lazio, Massimo Pelosi:

“Questo incontro costituisce per le nostre Associazioni l’avvio di un confronto con le istituzioni e le parti sociali che riteniamo determinante per affrontare la fase di crisi in cui si trova l’area di Civitavecchia, che potrebbe portare alla perdita di centinaia di posti di lavoro. Dobbiamo in modo sinergico lavorare per il futuro”.