Sant’Egidio di Orte, si sta valutando un programma della sola giornata del 1 settembre

Simone  Stefanini Conti

NewTuscia – ORTE – Già nei mesi  avevamo  diffuso la notizia che, per ragioni di sicurezza e salute pubblica, la quarantanovesima edizione della  Rievocazione Storica  dell’Ottava di Sant’Egidio di Orte era stata annullata.

La precauzione per la salute pubblica di evitare assembramenti incontrollabili con i rischi derivati,  ha giustamente prevalso sulla voglia di aggregazione e di rievocazione che la manifestazione ha sempre incarnato sia negli organizzatori, nei “contradaioli” che nei cittadini e nei numerosissimi ospiti che hanno apprezzato da decenni la qualità e la quantità delle iniziative allestite in otto e spesso più giornate in onore del patrono di Orte, Sant’Egidio.

L’augurio è che tutto l’impegno degli organizzatori si possa riversare nell’Edizione 2021 per onorare il Cinquantenario della Manifestazione rievocativa.

L’Ente Ottava Medievale di Orte ci aveva trasmesso questo comunicato, che  ripubblichiamo, nella prospettiva al vaglio degli organizzatori di poter allestire un programma di festeggiamenti religiosi e civili (se possibile) per le sole giornate di lunedì 31 agosto (vigilia) e martedì 1 settembre, giornata della festività patronale  di Sant’Egidio.

“L’Ente  Ottava medievale ha deliberato l’annullamento dell’edizione 2020 dell’Ottava di sant’Egidio. La rievocazione medievale che da quasi 50 anni accompagna a inizio settembre la festa patronale di Orte è stata rinviata al 2021, a causa delle misure di contenimento del contagio da Coronavirus, che rendono impossibile il regolare svolgimento della manifestazione.

LOttava di santEgidio – ha precisato il rettore dellente Ottava medievale Giovanni Primavera – è una festa popolare, in cui tutti quelli che vogliono partecipare hanno il diritto di farlo, recandosi in piazza, nelle vie o nelle taverne.

Le prescrizioni sul distanziamento sociale non ci consentirebbero di vivere il vero spirito e la vera natura della festa. Inoltre si creerebbero problemi insormontabili per la gestione degli assembramenti all’interno delle taverne, sia dei visitatori che degli stessi volontari contradaioli”.

Inoltre – prosegue Primavera – se anche le misure di contenimento dovessero allentarsi nelle prossime settimane, in seguito allauspicato ulteriore miglioramento della crisi sanitaria, saremmo troppo prossimi all’evento per poter avviare in modo efficace la macchina organizzativa.” 

L’ente Ottava medievale, (ndr: d’intesa con il comune di Orte, la ProLoco e le associazioni di volontariato cittadine) sta comunque valutando l’ipotesi di allestire iniziative che possano, nel rispetto di tutte le misure di sicurezza, onorare in qualche maniera la giornata dell’1 settembre, che la città di Orte consacra alla devozione per il suo patrono sant’Egidio.” (Ente Ottava Medievale Orte).