Vetralla, continua il Festival “I Borghi e le Aree Naturalistiche della Via Francigena”

NewTuscia – VETRALLA – Continua a Vetralla il 17, 18 e 19 luglio 2020 con tre grandi concerti il Festival “I Borghi e le Aree Naturalistiche della Via Francigena” promosso dalla Comunità Montana dei Cimini. Per tutti i fine settimana del mese di luglio (dal venerdì alla domenica) il festival sarà ospitato da uno dei quattro Borghi che hanno aderito al progetto dopo Capranica, Caprarola il festival approda a Vetralla. La Via Francigena attraversa il territorio del Sistema Etrusco Cimino secondo due direttrici, entrambe provenienti da Viterbo: la “Via di Valle” e la “Via di Montagna”. Il programma si spazierà dalla musica classica, al jazz, il blues e il cantautorato italiano.

Il Festival della CMC oltre che del patrocinio e contributo dei comuni coinvolti, ha quello della Regione Lazio – Assessorato alla Cultura, ed è finanziato ai sensi della legge regionale 15/2014. Oltre a questi quello della Riserva Naturale del Lago di Vico dove il festival si chiuderà il 1 agosto. A Vetralla il festival proporrà tre concerti uno di classica, uno di jazz e uno di musica contemporanea. L’ingresso ai concerti sarà gratuito e limitato a massimo 99 spettatori a causa delle stringenti disposizioni per la prevenzione del Covid 19. Sarà possibile prenotarsi ai concerti fino ad esaurimento posti al  393 9373586.

L’ingresso sarà consentito soltanto se muniti di mascherina. Tornando alle ai tre concerti in programma a Vetralla questo fine settimana il festival proporrà ogni sera a partire dalle 21.30, nella location dei Gardini di Piazza della Rocca, il 17 luglio il quartetto di violini Musartensemble diretto dal Maestro Giuliano Bisceglie, l’18 luglio Enrico Mianulli Quartet Special Guest il leggendario batterista jazz Gegè Munari con il loro omaggio alla musica jazz e il 19 luglio il trio Traindeville con il loro album Canzoni da Viaggio.

Giuliano Bisceglia Musartensemble Quartet – Giuliano Bisceglia nato ad Ascoli Piceno, si è diplomato brillantemente in violino nel 1985, ed in viola più tardi. Si è perfezionato con Mario Ferraris (primo violino della Scala di Milano), Emanuel Hurwitz (docente alla Royal Academy of London) ed Adrian Levine (primo violino Academy of St. Martin in the Fields, e Philharmonia Orchestra)  per il quartetto e la musica da camera. I° premio al Concorso di violino “Francesco Paolo Tosti” 1985. Vincitore al Concorso internazionale di violino di Stresa 1986. Ha vinto il Concorso nazionale indetto dall’orchestra del Teatro S. Carlo di Napoli nel 1987. Ha vinto le audizioni presso l’Orchestra RAI di Roma, Orchestra Toscanini di Parma, Orchestra Sinfonica di Bari, e quella di spalla presso Orchestra Sinfonica del Lazio.

Ha effettuato numerosi concerti come solista con l’International Chamber Ensemble, con l’Ensemble Strumentale di Roma, con la Nova Amadeus Chamber Orchestra, con l’Orchestra “Giovani d’ Europa-Carta di Parigi”, con l’orchestra da camera di Viterbo al “Festival Barocco”, Orchestra da camera “Roma Classica”, Orchestra d’archi “D. Cimarosa”. Come camerista, si è esibito in numerosi Festival e Rassegne musicali italiane quali: il Ravenna Festival, il Todi Festival, Gioventù musicale d’Italia, il Lerici Summer Workshop, l’Istituzione Sinfonica Abruzzese, la Camerata Musicale Salentina-Lecce, l’Accademia Calatina-Caltagirone, l’Associazione Musicale Romana, l’Associazione Mille e una nota-Roma, le Panartis Musica a palazzo Barberini-Roma, l’Auditorium del Gonfalone in Roma, il Teatro dell’Arte a Milano…

Ha effettuato cinque Tournèe negli USA, due in Austria, due in Turchia, Inghilterra, Francia, Germania, Grecia, Egitto.  Ha suonato per molti anni con l’Orchestra  Sinfonica della RAI sotto la direzione dei più grandi maestri a livello internazionale come: Carlo Maria Giulini, Krzysztof Penderecki, Vladimir Delman, Peeter Maag, Eliahu Imbal, ,Vladimir Fedosseyev, Sergiu Commissiona, Yoav Talmi, Gary Bertini, Lu Jia, Christian Thielemann, Stefan Soltesz, , Serge Baudo, Yuri Simonov, Edoardo Mata, Zoltan Pesko, collaborando con solisti quali: Misha Maisky, Gil Shaham, Joshua Bell, Uto Ughi, Siegfried Palm, Vadim Brodsky, Katia Ricciarelli, Ofra Harnoy, Rudolf Buchbinder, Mario Brunello, Nina Beilina, Michele Campanella, Gerard Caussè, Andrè Watts, Augusto Vismara, Paul Crossley, Antonio De Almeida, Anne Gjevang, Domenico Nordio, Massimo Quarta, effettuando innumerevoli registrazione radiofoniche e televisive. Ha anche collaborato con l’Orchestra Haydn di Bolzano e Toscanini di Parma.

E’ attualmente il 1° violino solista dell’International Chamber Ensemble. Ha registrato molte colonne sonore per films con Ennio Morricone, Luis Bakalov, Nicola Piovani, Armando Trovaioli…tra i quali: IL POSTINO di Luis Bakalov PREMIO OSCAR, LA VITA E’ BELLA  di Nicola Piovani  PREMIO OSCAR, IL PIANISTA SULL’OCEANO di Ennio Morricone  PREMIO OSCAR ALLA CARRIERA. E’ titolare della cattedra di violino presso il Conservatorio di Musica di Salerno.

Enrico Mianulli Quartet special guest Gege Munari – Gege’ Munari Leggendario batterista jazz italiano che vanta nella sua sessantennale esperienza nel settore musicale collaborazioni con i più grandi musicisti del panorama mondiale. Tra loco citiamo: Armando Trovaioli, Ennio Morricone, Johnny Griffin, Gato Barbieri nel cui gruppo suonano anche Enrico Rava, Franco D’andrea, Walter Bishop trio, Side Hampton, George Coleman, Kay Winding, Ceder Walton, Steve Lacy, Jon Faddis, Hal Grey solo per citarne alcuni.  Enrico Mianulli: Contrabbassista e bassista elettrico, nato il 26 giugno 1981 e residente Viterbo.Inizia i suoi studi musicali, mentre consegue la maturità classica, alla “Staff Music School” di Viterbo con gli insegnanti Stefano Cesare, Claudio Gioannini e Antonio Flinta e poi inconservatorio all’ “Istituto Musicale G. Briccialdi” di Terni, dove si avvicina allo studio delcontrabbasso classico con il maestro Francesco Fraioli.Durante questi anni studia privatamente con contrabbassisti jazz tra i più rinomati in Italia come Giorgio Rosciglione e Aldo Zunino e prende anche lezioni private da contrabbassisti jazz di livellointernazionale come Curtis Landy e Kioshi Kitagawa. Dal 2003 frequenta numerose masterclass di jazz per incrementare la tecnica strumentale, la tecnicad’improvvisazione e il linguaggio jazz con numerosi insegnanti del calibro di: Eddie Gomez, Buster Williams, Wayne Dockery, Larry Grenadier, Benny Golson, Rick Margitza, Dave Liebman, SonnyFortune, Dado Moroni, Antonio Ciacca, Massimo Faraò, Kurt Rosenwinkel, Kenny Barron,Francisco Mela.

Dal 2006 inizia a fare da assistente alle masterclass italiane della cantante americana Shawnn Monteiro (con cui registra il disco“One night in the castle”) e da assistente per molti dei grandi contrabbassisti di jazz con cui aveva studiato in passato ed altri ancora: Buster Williams, EddieGomez, Larry Grenadier, Scott Colley. Orlando Le Fleming, Eric Revis…Dal 2004 ad oggi vanta una ricca attività concertistica in tutta Italia nei più importanti festival jazz (Umbriajazz, Narni black festival, Ischia jazz festival, Festival Internazionale del Jazz Della Spezia,Tuscia in jazz, Atina jazz, Ponza jazz, Cassino jazz, Ronciglione jazz, Roma jazz festival, etc…), in teatri e auditorium (auditorium di Santa Cecilia di Roma, Parco della Musica di Roma, teatro G.Rossini di Pesaro, etc…) e nei maggiori club, suonando con differenti formazioni e collaborandocon musicisti di grande rilievo nazionale ed internazionale. Tra gli altri: Shawnn Monteiro, FlavioBoltro, Bobby Durham, Aldo Bassi, Francisco Mela, Amana Melomè, Massimo D’Avola, KarlPotter, Francesco Cafiso, David Kikoski, Lage Lund, Maria Neckam, Aaron Parks, RosarioGiuliani, Kurt Rosenwinkel, etc…

Nel 2010 ha vinto il premio internazionale “Jimmy Woode award” come miglior gruppo (Matteo Cidale quintet) e come miglior contrabbassista; nel 2011 vince il premio internazionale “Tiberio Nicola” all’interno del “43° Festival Internazionaledi Jazz Della Spezia”, come miglior gruppo (Enrico Mianulli trio) e come miglior contrabbassista;In un intervista uscita nel numero di febbraio/marzo 2009 in cui Jazzit, la principale rivista di jazz in Italia, chiedeva ai direttori artistici dei maggiori festival nazionali quale fosse la situazione del jazz in Italia, viene citato come uno dei più talentuosi tra i jazzisti emergenti a livello nazionale. In questi anni è apparso con regolarità in trasmissioni radiofoniche e televisive e ha suonato contrabbasso e basso elettrico nella fiction RAI “Un medico in famiglia” impersonando se stesso.

Traindeville – Canzoni da viaggio – Ludovica Valori (traindeville) Dopo un paio di esami al Conservatorio “S. Cecilia” di Roma abbandona lo studio per qualche anno: lavora come illustratrice e grafica, viaggia – soprattutto nei Balcani, dove si dedica a progetti di solidarietà – dopodiché incontra una fisarmonica. Verso la fine del 1999 entra a far parte della Titubanda (Banda di ottoni da strada), con la quale suona per diversi anni, partecipando a numerosi festival in Italia, Spagna, Francia, Stati Uniti, Serbia, Bosnia, Croazia. Nell’estate del 2000 forma il quartetto da strada klezmer-balcanico Dragan Trio assieme ad Alberto Popolla, Marco De Persio e Daniele Ercoli. Il gruppo partecipa a numerosi festival buskers italiani. Partecipa con alcuni soli di fisarmonica e trombone ai cd di Roberto Fega Metafonie e Fave Quotidiane. Tra il 2001 e il 2005 si esibisce con Giulio Carcani al sax nel duo BarBar per le strade della Grecia, della Puglia, della Sicilia, dell’Umbria, della Toscana, della Sardegna, del Veneto. Si laurea presso il DAMS di Roma Tre nel 2006 con una tesi in Teorie e Tecniche dei Nuovi Media.

Nel 2006 incide con il bombardino alcuni brani nel cd della cantautrice Momo Il giocoliere, partecipando ad alcuni dei suoi concerti.Tra il 2007 e il 2011 fa parte del trio Le Romane. Tra 2007 e il 2013 fa parte del gruppo Ardecore incidendo al trombone alcuni brani nel cd Chimera (Targa Tenco 2007). Partecipa come trombonista e fisarmonicista/tastierista ai loro concerti, tra cui il Festival della Musica Tradizionale Città di Loano con un live dedicato a Luigi Tenco, e il Post-Romantic Empire Fest con un live che vede ospite Nada. Successivamente incidera’ un brano alla fisarmonica nel cd di Nada, Vamp. Partecipa alle incisioni del doppio album San Cadoco (2012) e al tour di presentazione del disco.

Dal 2006 al 2013 fa parte del gruppo folk Banda Jorona, con il quale sperimenta le potenzialita’ del dialetto romano, componendo brani originali che vengono incisi nell’album Mettece Sopra (2012) e partecipando all’intensa attività concertistica dell’ensemble. Dal 2008 al 2009 suona con gli Her Pillow. Dal 2007 è fisarmonicista, trombonista e pianista delle Nuove Tribù Zulu. Con loro partecipa anche al progetto multiculturale NOW – Nomadic Orchestra of the World, un ponte musicale tra Italia e India che vede la band realizzare un tour in Italia (2009) e uno in India (inverno 2010) a fianco dei musicisti nomadi del Rajasthan. Banjara!, il cd frutto di questa esperienza, vede la luce nel 2012 per l’etichetta Materiali Sonori. Nell’estate 2013 esce Diario Nomade e a gennaio 2016 l’EP Namasté Om Shanti, dischi di cui cura anche la grafica e l’artwork.

Collabora ultimamente con le webzine Slowcult e Romecentral realizzando interviste ad altri musicisti e articoli su vari argomenti. Conduce da marzo 2019 il programma radiofonico “Valori in Corso – Rock in Progress” su Radio Città Aperta, in diretta ogni giovedì dalle 12 alle 14. Nel 2020 ha prodotto e pubblicato il disco “Suoni dal buio – canti popolari di donne che resistono” insieme alla cantante e chitarrista Susanna Buffa.

Il programma completo del festival

Vetralla – Giardini d’inverno – Piazza della Rocca

17 luglio – ore 21,20

Giuliano Bisceglia Musartensemble Quartet

18 luglio – ore 21,20

Enrico Mianulli Quartet special guest Gege Munari

19 luglio – ore 21,20

Traindeville – Canzoni da viaggio

Ronciglione – Porta Pentama Ponte delle Tavole

24 luglio – ore 21,20

We remember Aldo Bassi

25 luglio – ore 21,20

Simone Gamberi

26 luglio – ore 21,20

Giammarco Casani Duo

Caprarola – Riserva Naturale Lago di Vico

1 Agosto Sede Riserva Naturale Lago Vico – nel pomeriggio

Coro A.N.A. “Marco Bigi” – Il pellegrino della Via di Montagna