NewTuscia – VETRALLA – Riceviamo e pubblichiamo.

L’associazione Erinna, con la collaborazione dell’editore Davide Ghaleb, ha colto l’essenza di un  bando regionale per elaborare un progetto sulla valorizzazione del sito archeologico del santuario rupestre di Demetra, in località Macchia delle Valli a Vetralla.

Il progetto è stato presentato alla Regione, pur in attesa dei tempi lunghi per conoscere la graduatoria abbiamo deciso di attivarci comunque. Patrocini e manifestazioni di interesse sono arrivati: Regione Lazio, Comune di Vetralla, Sistema Museale Ateneo Università degli Studi della Tuscia, Fondazione Carivit – anche con partecipazione attiva al progetto-, Provincia di Viterbo.

Il progetto “DO.MI.NA. –DOnne MIti Nell’area Archeologica di Vetralla” ha una sua peculiarità, vuole valorizzare il sito come patrimonio particolare delle donne dei territori limitrofi e della provincia.

Tra gli eventi di apertura e di chiusura aperti alla cittadinanza, il progetto prevede un percorso di ricerca/studio riservato a donne; il percorso è organizzato in laboratori/workshop di analisi condivisa ed elaborazione sui culti misterici femminili – quello demetriaco in particolare.

VI ASPETTIAMO

Sabato 18 luglio ore 10.00 a Vetralla in via Roma, 41

– presso il giardino della casa editrice Davide Ghaleb – .

Al termine delle relazioni, per chi vuole, è prevista la visita al Museo Albornoz di Viterbo per ammirare la piccola statua di Demetra – intorno le ore 12.30 -.

Alle ore 17.30 è prevista la visita al sito del santuario, in loc. Macchia delle Valli a Vetralla.

Come da direttiva del Governo sarà osservata la distanza di oltre un metro tra gli/le astanti, è d’obbligo indossare la mascherina.

Da non mancare l’appuntamento al mattino per la preziosa presenza delle archeologhe, dottoresse Nicoletta Cignini e Elisabetta De Minicis, il cui racconto ci accompagnerà nelle affascinanti fasi della scoperta del sito, nel pomeriggio saranno le nostre guide al santuario.

 Associazione Erinna

Davide Ghaleb Editore