Le  “filastrocche d’autore” di Roberta Maria Primavera per ritrovare in tutte le stagioni della vita il tempo perduto

di Stefano Stefanini

NewTuscia – ORTE – Ogni anno, ormai da un ventennio, Roberta Maria Primavera, apprezzata direttrice del Coro  “Il  Pentagramma”, compone una filastrocca d’autore in occasione delle festività di Capodanno e ne fa dono a parenti ed amici come buon augurio per il nuovo anno. Roberta Maria non si reputa certo una poetessa, i suoi sono soltanto dei garbati e semplici pensieri in rima baciata che scaturiscono con semplicità dal suo intimo.

Delle 20 filastrocche pubblicate, ci hanno colpito  due in particolare: la prima e’ dedicata alle “Sette Contrade di Orte”, visto che purtroppo quest’anno l’Ottava di Sant’Egidio  non potrà aver luogo a causa del coronavirus, mentre la seconda è ” Il tempo perduto ed il tempo ritrovato” per cui e’ disponibileuna versione recitata dall’autrice con un sottofondo musicale di grande suggestione.

Dalle parole dI Roberta Maria Primavera  la soddisfazione della pubblicazione del testo di filastrocche: “Inviai tempo fa dei manoscritti a delle case editrici, dopo alcuni mesi la Book Sprint Edizioni, nella figura del suo editore Vito Pacelli, mi ha contattato perchè interessato alla stampa di un piccolo libro, che avrebbe raccolto le mie filastrocche…..un piccolo sogno che si avverava perchè era mia intenzione già da tempo lasciare un ricordo di questa mia piccola opera, presente in Internet nel catalogo di Book Sprint Edizioni.”

Un brano della filastrocca Il tempo perduto ed il tempo ritrovato riassume il messaggio dell’ intera raccolta:

Quel tempo perduto …per avere la fretta…

di non fare in tempo…per dire…” aspetta “ !

Quel tempo che serve…che occorre…che fugge…

così veloce…che disarma e distrugge !

Prendiamo quel tempo…che ci è stato donato…

prendiamo del tempo…per riprendere fiato !

Doniamo del tempo… e facciamo tesoro…

di qualche minuto per dire…” ci sono “…!

E’ questo forse… il regalo più bello…

avere del tempo…per ogni momento !

E allora prendiamoci il tempo che occorre…

per viver la vita…in ogni suo istante !

Faremo tardi…ma tardi a far cosa ?!?

non c’è cosa più bella… che odorare una rosa !

E il tempo più intenso…per una preghiera…

non detta di fretta…ma dolce e serena !

Io credo che  a me…ed anche un po’ a tutti…

sia stato un regalo…davvero coi fiocchi !

Il tempo è passato con la mia filastrocca…

La direzione  del coro “Il Pentagramma”  nel concerto “La gioia di cantare”

Negli ultimi anni Roberta Maria  Primavera  ha allestito il  concerto  “La gioia di cantare” con il coro “Il Pentagramma” da lei curato, in una meravigliosa sinergia tra ragazzi, direttrice e pubblico, che, nonostante la pausa forzata del coronavirus  segue sempre numeroso le migliori performance del giovanissimo gruppo canoro.

Ricordiamo che Il  video del Coro Il Pentagramma  “Sarà un bel giorno” ha ottenuto ben 3600 visualizzazioni su you tube  … con il brano “Sarà un bel giorno”, composto nel testo e nella musica da Roberta Maria Primavera, un canto di gioia e di speranza, una canzone per tutte le età, molto orecchiabile, dal testo significativo sia per il tema che tratta, che per l’armonizzazione.  Il brano si canta con piacere in particolare per la passione musicale del coro ” Il Pentagramma “, costituito e diretto da alcuni anni da Roberta Primavera e che ha visto avvicendarsi generazioni di bambini e ragazzi con doti canore che si tramandano negli anni.

Infatti oggi cantano nel coro i figli di chi già quaranta anni fa si cimentava in cori, coretti, parodie, sketch, sin può dire che cantare nel coro “Il  pentagramma” è sicuramente una tradizione di famiglia.

Molti sono stati i concerti che il coro di giovanissimi cantori ha eseguito nel corso di questi anni…nelle Chiese e nelle sale della  cittadina, dove  i piccoli cantori  hanno riscosso tanto successo, scoprendo anche dei veri e propri talenti canori.

L’esperienza di incidere coni ragazzi  il brano “Sarà un bel giorno” è stata un’ idea della animatrice e direttrice del coro e del maestro Marcello Balena, affermato musicista, con il quale – ci ha dichiarato Roberta Primavera – “abbiamo realizzato il progetto: per i ragazzi è stata un’esperienza  indimenticabile, l’emozione della sala d’incisione, seguita dalla pubblicazione su di un social e le così tante visualizzazioni, oltre  3.600, un gran bel ricordo che rimarrà indelebile nei loro cuori e nei loro ricordi più cari!”  Il video è stato realizzato da Maurizio Urbani che con le sue immagini ha illustrato perfettamente  il testo della canzone, rendendo il tutto molto piacevole a vedersi.