La riapertura al pubblico di Villa Lante: un gioco mito-ermetico di simbologie nascoste in una delle più belle ville e giardini rinascimentali d’Italia

Villa Lante di Bagnaia, visione notturna in occasione di Art City 2019

di Simone  Stefanini Conti

NewTuscia – VITERBO – Anche questo fine settimana Villa Lante e’ aperta al pubblico. Con l’orario di visita dal martedì alla domenica dalle ore 8,30 alle 19,30 (ultimo ingresso ore 18:30) sono  aperti il Giardino all’Italiana e, parzialmente,  il Parco.

Rimangono chiuse al pubblico le  Palazzine Gambara e Montalto  , insieme alle  Logge del Piano terreno.

Secondo  le disposizioni e’ possibile accedere alla Villa in modalità contingentata, fino a un massimo in contemporanea di 80 persone nel Giardino e 50 persone nel Parco.

I gruppi possono accedere fino a un massimo di 14 persone (oltre all’eventuale guida). Non è prevista la prenotazione.

Il Polo Museale del Lazio comunica il proprio impegno  per offrire al pubblico un orario di visita quanto più esteso possibile, nel rispetto dei criteri per l’apertura al pubblico, la vigilanza e la sicurezza dei musei e dei luoghi della cultura statali previsti dal D.M. del 30 giugno 2016, in attesa che vengano espletate le previste procedure concorsuali finalizzate al superamento delle attuali carenze organiche e al conseguente incremento del personale in servizio.

La riapertura integrale di una delle più belle Ville e Giardini rinascimentali d’Italia e’ stata preceduta recentemente dalla visita guidata da Marco Zanardi di “Visitare La Tuscia” di sabato 20 giugno e dalla video conferenza organizzata giovedì 18 giugno in Interclub dal Rotary Club di Viterbo, in collaborazione con i RC Bolsena e Ducato di Castro, Civitavecchia, Orvieto, Sabina Tevere e Sutri e Tuscia Ciminia .

I visitatori, anche se in forma ridotta, potranno di nuovo  essere condotti nell’affascinante viaggio tra  i molteplici simbolismi e la raffinatezza esclusiva della Villa viterbese, definita “ un gioco mito-ermetico tra le ville rinascimentali sella Tuscia”.

Le visite  saranno  una rinnovata raffinata occasione per gli amanti della Bellezza e dell’Arte, viterbesi e turisti, per  appezzare, anche se parzialmente,  i  giardini disposti su terrazze, considerati tra i più importanti al mondo.

E’ quanto mai importante diffondere in questo periodo di Ripartenza  presso i cittadini ed i turisti la conoscenza dei Luoghi della Bellezza, dei musei, dei luoghi d’arte e di cultura del Lazio.

Ai visitatori,  sorpresi dai tanti giochi e trabocchetti scenici, saranno nuovamente  svelati alcuni segreti di simboli e significati che impreziosiscono la Villa.

Come mai Villa Lante e i suoi giardini hanno la forma di una graticola? E perché nel Cinquecento la fontana principale della Villa era a forma di piramide a gradoni e simboleggiava la Montagna del Purgatorio? Dove si trova all’interno della Villa la Fontana del Corallo?Ai visitatori, sorpresi dai tanti giochi e trabocchetti scenici, saranno nuovamente  svelati alcuni segreti di simboli e significati che impreziosiscono la Villa.

Tanta storia e raffinatezza saranno a disposizione di cittadini e turisti… e questo non è poco in questa fase di Ripresa, buona visita e buon lavoro alle guide ed ai custodi!