Sacconi: “Essenziali sono l’impegno a soddisfare i bisogni del paese, snellimento della burocrazia e lotta al clientelismo”

NewTuscia – MONTALTO DI CASTRO – Nell’attesa di conoscere il nome del consigliere che accettando di subentrare a Rita Goddi consentirà alla maggioranza di governare o ne decreterà la fine, da esponente politico dell’opposizione intendo ribadire ai miei concittadini le priorità dei miei programmi.

Essenziale è l’impegno a soddisfare i bisogni del paese attraverso il riconoscimento per il merito del singolo eliminando il ricorso a contributi di sostentamento ed offrendo opportunità di crescita a chiunque, in maniera che da questo “sviluppo” individuale ne tragga beneficio l’intero territorio.

Segue lo snellimento della burocrazia amministrativa perché tante più sono le “carte” tanto maggiori sono i rischi di corruzione, spesso impercettibile, ma pur sempre invasiva e mortificante anche nella nostra comunità.

Al terzo posto, metto la lotta al clientelismo pratica che, umiliando i cittadini, da forza a chi della politica ne ha fatto un mestiere e alla lottizzazione intesa come accaparramento di ambiti di potere; le due cose non fanno altro che accrescere nella gente la convinzione di un uso personalistico di quel mandato che ricordo, i sindaci, gli assessori o i consiglieri hanno avuto dai cittadini.

Al quarto posto c’è la necessità di formare i dirigenti politici perché migliorando il loro profilo istituzionale e culturale, sviluppino quelle difese immunitarie necessarie e combattere corruzione ed interessi privati cosicché il paese possa essere amministrato non più con interventi caotici gestiti a caso ma con strategie di sviluppo a medio e lungo termine a cui ognuno potrà dare il proprio contributo in termini di professionalità ed esperienza

Io sarò la rappresentante di quei cittadini che la pensano come me e che prediligono il confronto moderato alla lite senza fine sulle piazze digitali.
E come dico da tempo farò della mia indipendenza di oppositore eletto dalla gente la mia libertà!