Porrello (M5S Lazio): una mozione per il Lazio capofila della filiera dell’idrogeno

NewTuscia – ROMA – Condivido pienamente la proposta dei deputati del M5S di sviluppare una tratta ferroviaria a idrogeno verde tra Lazio, Abruzzo e Umbria, visto che le tratte ferroviarie Rieti – Terni e Avezzano – Sora non sono elettrificate e vengono percorse da vecchi treni diesel inquinanti, che potrebbero essere sostituiti con treni elettrici bimodali alimentati a idrogeno, in grado di viaggiare autonomamente su linee non elettrificate e captare l’energia di trazione su quelle elettrificate.

L’idrogeno verde è un prodotto dell’elettrolisi alimentata da fonti rinnovabili come l’eolico, il fotovoltaico, l’idroelettrico e quindi non rilascia emissioni di CO2, si potrebbe definire come l’anello mancante nella transizione energetica che necessariamente dovrà essere intrapresa in tempi brevi. Il Lazio ha dimostrato di aver compreso l’ importanza del sostegno all’innovazione e alla ricerca e sviluppo dell’idrogeno partecipando all programma “Next Generation EU” che si focalizza sulla ripresa guidata dagli investimenti in settori come le infrastrutture ed i trasporti sostenibili e, inoltre, l’università di TOR VERGATA partecipa a due progetti di ricerca internazionali sullo sviluppo delle tecnologie legate all’idrogeno. Con queste premesse, e sulla base delle fallimentari esperienze regionali con fotovoltaico ed eolici, con un territorio costellato di impianti sviluppati e prodotti fuori dal Lazio, ho depositato una mozione per far si che il sistema produttivo e universitario laziale non si faccia sfuggire anche questo ‘treno’, che vuol dire occupazione e nuove prospettive imprenditoriali.

L’atto chiede l’impegno della Giunta a favorire la nascita di distretti tecnologici capaci di attrarre attività industriali e di ricerca, favorire investimenti volti allo sviluppo di nuove attività manifatturiere per la produzione di elettrolizzatori per la produzione di idrogeno, fuel cell per la produzione di energia elettrica da idrogeno e mezzi di trasporto con motori elettrici alimentati da queste. Abbiamo l’opportunità e le risorse per rendere il Lazio capofila anche di questa filiera che garantirà sicuri ritorni economici e occupazionali nei prossimi anni, vista la tendenza globale verso queste tecnologie, saremmo sciocchi e irresponsabili a non fare il possibile, in ogni sede, per aiutare i nostri ricercatori e imprenditori.

Lo dichiara Devid Porrello, Consigliere M5S Lazio e Vicepresidente del Consiglio Regionale.