Approvato il bilancio di previsione 2020-2022: attenzione a chi è più in difficoltà e nuove assunzioni

NewTuscia – CORI – È stato approvato ieri dal Consiglio comunale – riunito in presenza per la prima volta dopo mesi, sebbene a porte chiuse – il Bilancio di previsione 2020-2022 del Comune di Cori. “Un bilancio in cui la scelta è stata quella di andare verso le fasce più deboli e verso chi sente maggiormente le difficoltà della crisi che ci investe, ma sempre mantenendo un’elevata qualità dei servizi a beneficio della città”, così l’assessore al Bilancio, Simonetta Imperia, che ha illustrato il documento. “Un bilancio – le fa eco il sindaco Mauro De Lillis – che dà una risposta concreta a tutto quel mondo che ha sofferto di più per l’emergenza Covid”.

Tra i punti che caratterizzano il Previsionale la riduzione delle tasse in particolare per alcune categorie: esenzione totale per il 2020 dal pagamento della Tosap, la tassa per occupazione di spazi e aree pubbliche (per lo spazio già concesso e quello che verrà richiesto) e dell’Icp, l’imposta comunale sulla pubblicità, per le attività commerciali rimaste chiuse per oltre due mesi. Le stesse attività beneficeranno della riduzione della Tari, che sarà calcolata nei prossimi giorni anche in base all’entità dei trasferimenti dallo Stato agli Enti locali.

L’Amministrazione inoltre, sempre per andare incontro alle criticità economico-finanziarie del momento, pensando in particolare alle fasce più in difficoltà, ha stabilito che chi dovesse pagare l’Imu in ritardo non sarà soggetto a sanzioni o interessi. Ancora, il Regolamento Generale delle Entrate – che l’assise ha approvato sempre ieri insieme con Regolamento e Tariffe Tari, Regolamento e Aliquote Imu, Aliquota e Regolamento Irpef – prevede alcune procedure, dal ravvedimento operoso alla rateizzazione, che sono altrettante opportunità di regolarizzare la propria posizione contributiva nei confronti del Comune.

Uno degli allegati più importanti al Bilancio passato ieri in Consiglio è poi il Piano delle assunzioni, che prevede ben 8 assunzioni nel triennio. Il Comune di Cori, dopo tanti anni, si accinge a bandire un concorso pubblico per assumere nuovi dipendenti, che andranno a dare sostegno alla struttura amministrativa dell’Ente ormai fortemente ridotta. La procedura è stata rallentata causa Covid, ma il concorso dovrebbe presumibilmente svolgersi nel mese di settembre.

Tanti gli investimenti contenuti nel documento. La messa in sicurezza e valorizzazione di via del Soccorso (1.200.000 euro): lavori già appaltati e che inizieranno tra una settimana; l’intervento di riparazione e miglioramento antisismico dell’area di via del Porticato (2.900.000 euro): appalto concluso e lavori già affidati che inizieranno tra circa 30 giorni; l’opera di recupero, conservazione e messa in sicurezza dell’area sottostante via delle Rimesse (4.500.000 euro): già individuata la ditta, che potrebbe iniziare i lavori tra una trentina di giorni; la manutenzione straordinaria dell’edificio scolastico “Don Silvestro Radicchi” di Giulianello (1.200.000 euro), lavori già iniziati; il rifacimento della strada Vicinale Pezze di Ninfa (350.000 euro): lavori già appaltati che inizieranno a breve; l’intervento sulla palestra della scuola primaria “Virgilio Laurienti” di Cori: iniziate le procedure di gara; il Progetto di Finanza per la riqualificazione dei cimiteri cittadini (400.000 euro): gara avviata.

Approvati anche il Piano alienazioni e valorizzazione 2020 e, all’unanimità, il Regolamento Affido (per l’affidamento familiare di minori, in alternativa alle strutture di accoglienza, per un periodo limitato – 24 mesi – che può essere prolungato) e l’Appalto lavori in via delle Rimesse (che ratifica una delibera di Giunta con l’aggiornamento di alcuni espropri temporanei necessari al migliore svolgimento dei lavori).