“Sgarbi: Villa Savorelli non è di sua proprietà!”

NewTuscia – SUTRI – Certamente la vicenda di Padre Bianchi ha coinvolto noi tutti, personalmente gli stiamo vicino e non capiamo la motivazione del suo allontanamento da Bose, ma siamo infastiditi dalla presa di posizione di  Sgarbi sulla vicenda il quale non crediamo sia realmente interessato al fatto, ma piuttosto un’ occasione per veder di raccimolare un po’ di consensi ……. ma sappiamo Sgarbi è Sgarbi imprevedibile e a parole va alla grande . Ha subito proposto di mettere a disposizione il piano inutilizzato di una villa, ma non di una sua villa , che effettivamente poteva rappresentare un gesto sincero, ma mette a disposizione Villa Savorelli . Come al solito Lui di suo non mette  nulla , la “spara” e via.

Ma cosa pretendiamo dal Sindaco di Sutri , che ci metta del suo ? No questo non possiamo pretenderlo perché  ” sotto il vestito niente” .
E’ un personaggio così , poco educativo anche per i più giovani….. lo vediamo nelle svariate trasmissioni dove partecipa , poco disposto o nulla alla discussione perché appena gli si da contro inizia gridare ” capra ” a tutti. Forse non è nemmeno un maleducato , forse questo suo modo di essere è una forma di autodifesa in quanto se lo togliamo dall’ arte, dove ha una preparazione da 110 e lode,  non lo vedo proprio tenere un confronto serio sui vari problemi che affliggono l’ Italia e gli Italiani.

Lo ha dimostrato anche con quella ridicola e diseducativa pagliacciata alla camera dove non voleva indossare la mascherina e bene ha fatto Mara Carfagna rimproverarlo duramente in quanto tutti i presenti la indossavano e concordiamo  con la Carfagna che non vi erano 600 imbecilli e uno furbo. Poi anche il messaggio che ha trasmesso è proprio di basso livello, purtroppo che se ne dica la mascherina ci protegge e la situazione, anche se oggi possiamo ritenerla sottocontrollo , è ancora problematica.

A questo personaggio che ama fare ” la prima donna ” noi di Civiltà Italiana lo invitiamo quantomeno essere educato e concreto nei fatti, cosa che gli riesce assai poco bene . Un personaggio pubblico come il Sindaco Sgarbi dovrebbe saper trasmettere ai più giovani chiarezza , determinazione , concretezza , educazione e non sempre e solo “capra a tutti ” o insulti. Vigliamo chiudere dicendo a Vittorio che dovrebbe imparare una cosa fondamentale per chiunque occupa posti politi o amministrativi : democrazia è il saper accettare pur non condividendo le idee degli altri ….. magari caro Sindaco archivi le capre e i suoi modi maleducati e poco concreti creando un nuovo personaggio capace di trasmettere ai giovani tutto ciò che non è stato fino ad oggi.
Il Coordinatore del Piemonte
Massimiliano Clerico
Il Presidente  
Candida Pittoritto