“Rete idrica: il Sindaco Grando smentito sulla potabilità e a Largo delle Sirene arrivano le autobotti”

NewTuscia – LADISPOLI – Ormai ci vorrebbe il classico filo di Arianna per orientarsi nel labirinto delle “contraddizioni” del sindaco di Ladispoli. Caratteristiche costanti dei comportamenti di Grando e della sua Giunta sono state fin dall’ inizio, e lo sono tuttora, la scarsa trasparenza e l’arroganza verso ogni voce e opinione diversa. In questi giorni la Asl ha verificato la NON POTABILITA’ dell’acqua distribuita in una zona estesa della nostra città.

Ha invitato il Sindaco, come la Asl ha sempre fatto in questi casi, ad intervenire: invece di attivarsi per trovare i motivi della GRAVISSIMA presenza di COLIFORMI (segno di contaminazione fecale) Grando ha fatto eseguire analisi ad una ditta privata e subito dopo ha annunciato che l’acqua era POTABILE, accusando inoltre di falso e minacciando di querelare i consiglieri che lo invitavano ad intervenire. Risultato: dopo sei giorni la Asl ha ripetuto le analisi che hanno rivelato una contaminazione ancora maggiore. Così la Asl ha dovuto inviare al Sindaco una disposizione perché’ fosse emanata una ordinanza di NON POTABILITA’, usando per la prima volta nella storia del Comune di Ladispoli il termine IMMEDIATAMENTE, per sottolineare la gravità della situazione. Non è la prima volta che Grando si comporta in questo modo: ad Agosto 2019 ha tenuto un comportamento ugualmente grave e pericoloso per la salute dei cittadini: ha modificato la dicitura NON CONFORME, usata dalla Asl in riferimento alle analisi e trasmessa al Comune il 2-8-2019, in CONFORME, rendendo falso di fatto un documento ufficiale che invece certificava anche allora la presenza di Coliformi. Tutta la situazione assume aspetti preoccupanti per i rischi fatti correre costantemente alla salute dei cittadini e per la scorrettezza nei rapporti con altri Enti che, come la Asl, sono un presidio fondamentale per l’Igiene Pubblica.

A questo va aggiunta la pessima figura che il Sindaco sta facendo fare alla Flavia Acque, che mai in passato si era trovata in situazioni simili. Quale sia l’attenzione di questo Sindaco per la gestione pubblica dell’acqua si può comprendere anche dallo stato in cui versano le Casette dell’Acqua Comunale, fuori servizio per lunghi mesi e senza alcuna informazione ai cittadini sui tempi del ripristino.

Circolo PD Ladispoli