Troncarelli e Panunzi della Regione Lazio in visita alla Cittadella di Semi di Pace

NewTuscia – TARQUINIA – Nella giornata di giovedì 4 giugno, L’Assessore regionale alle Politiche Sociali, Welfare ed Enti Locali Alessandra Troncarelli e il Consigliere Regionale Enrico Panunzi, hanno visitato La Cittadella, sede centrale dell’associazione umanitaria Semi di Pace, ed incontrato i volontari che svolgono le attività di servizio ai più bisognosi del territorio.

Il presidente di Semi di Pace, prof. Luca Bondi, ha dato il benvenuto e illustrato i progetti in ambito sociale che, nei quarant’anni di fondazione, si sono sviluppati nel territorio della regione Lazio, in ambito nazionale ed internazionale.
Un particolare rilievo è stato dato alle attività realizzate con i progetti “Rondini” e “Cittadella Solidale”, finanziati entrambi dalla regione Lazio e finalizzati ad offrire supporto psicologico e legale a donne vittime di violenza, a ragazzi feriti dal bullismo, a persone dipendenti dal gioco d’azzardo patologico e alle famiglie ed anziani in situazione di disagio economico e sociale.

L’Assessore Troncarelli e il Consigliere Panunzi hanno visitato le varie strutture della Cittadella e in particolare il settore che si occupa della distribuzione dei pacchi viveri alle famiglie, che durante questo tempo di pandemia ha potuto sostenere 350 persone, e che è coordinato dalla sig.ra Sandra Leoni.

L’Assessore ha ribadito l’importanza dell’associazionismo per l’opera straordinaria che svolge attraverso la generosa disponibilità di donne, uomini e giovani impegnati.
Altresì, ha voluto evidenziare il significativo contributo della regione Lazio, per l’emergenza sanitaria, ai comuni e alle organizzazioni del terzo settore per il rafforzamento dei servizi territoriali. Infine, si è congratulata con Semi di Pace per la sua azione così incisiva e continuativa, in particolare nei comuni del territorio regionale e per le iniziative rivolte ai bambini del mondo, attraverso le quali l’associazione assicura cibo, cure mediche e istruzione, anche con la campagna “Bambini Felici”.

A conclusione dell’incontro non poteva mancare l’omaggio ai giudici Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo, Paolo Borsellino e i membri della scorta, con la visita alla stele che li ricorda.