Provincia di Terni, Villalago, Santini critica atto Pasculli(M5S)

NewTuscia – TERNI – ”Sono esterrefatta,stupita e sorpresa dall’interrogazione che il consigliere pentastellato Pasculli ha presentato all’ultimo Consiglio comunale”. Ad affermarlo è la consigliera provinciale e comunale di Fratelli d’Italia, Monia Santini, che in una nota ricorda l’atto presentato pochi giorni fa in Provincia e critica l’interrogazione dell’esponente M5S in Comune. “Ha peraltro confuso nell’esposizione Villa Palma e Villalago”, afferma la Santini, aggiungendo: “Probabilmente la genesi del refuso sta nel fatto che il consigliere ignora che su entrambe non esiste nessuna potestà dell’amministrazione comunale”.

Ecco il testo del comunicato:

“Il mio stupore nasce soprattutto dal fatto che lo stesso consigliere, sempre così apparentemente informato e preparato, faccia finta di ignorare che la sottoscritta ha presentato lo scorso 19 maggio in Consiglio provinciale, unica sede deputata a pronunciarsi, un atto di indirizzo con il quale si chiedeva invece di fatto al presidente Lattanzi di impegnarsi con l’aggiudicatario dell’affidamento sull’adempimento di tutti i temi del bando, ma soprattutto in questa fase emergenziale di impegnare l’affidatario quantomeno a ripulire il parco per renderlo fruibile ai cittadini del comprensorio.

Come sempre con un raffazzonato copia e incolla si tenta di fare propri temi sui quali peraltro non sarebbe neanche il caso di impegnare con provvedimenti urgenti, come l’interrogazione a risposta scritta, il sindaco di Terni che ha evidentemente tante cose più attinenti al suo mandato di cui occuparsi soprattutto in questo periodo. Se il M5S ci teneva tanto alle situazioni di pertinenza della Provincia poteva presentare una lista di candidati e provare a governarla con i suoi attuali alleati di governo, anziché con anarchico atteggiamento anti istituzionale negarne l’esistenza e le funzioni e poi tentare di rincorrere chi invece nelle istituzioni sebbene in opposizione ci sta e tenta di dare un contributo nell’interesse dei cittadini del territorio.

Aggiungo a titolo di informazione che grazie a questo atto di indirizzo presentato dalla sottoscritta in Provincia, si è attivata anche la commissione di garanzia e controllo, di cui sono commissario, con la richiesta da parte del presidente di accesso agli atti a cui seguiranno audizioni delle parti in causa per fare una fotografia reale della situazione al momento presente tentando in tempi brevi almeno di sbloccare la vicenda per quello che si ritiene più urgente”.