PD Ladispoli : Occorre un piano del Comune per garantire “senza vergogna” la riapertura dei negozi

NewTuscia – LADISPOLI – Riceviamo e pubblichiamo. Riapertura delle attività produttive a Ladispoli e “vergogne istituzionali”. Il 18 maggio segna la ripresa di molti esercizi commerciali ed è lecito supporre che ci sarà movimento di persone soprattutto nello “shopping center naturale” costituito da Viale Italia e adiacenze. Non sarà come in passato la zona del passeggio anche per vedere le vetrine. In osservanza alle disposizioni anti Covid 19 occorrerà preradisporre delle misure che garantiscano una circolazione pedonale secondo le regole evitando in via preventiva che alcuni fraintendano la riapertura come un “tana libera tutti”, mentre siamo certi che la maggioranza dei nostri concittadini continuerà ad osservare i protocolli imposti dal lockdown a salvaguardia della salute.

Una maggioranza che si è indignata quando alcuni giorni fa il Sindaco Grando ha dichiarato di “vergognarsi di Ladispoli ” per i comportamenti non corretti di alcune persone rispetto alle regole imposte dall’ epidemia di Coronavirus. Purtroppo non e’ la prima volta che Grando esprime giudizi offensivi: lo ha fatto spesso in Consiglio Comunale e verso i consiglieri di minoranza. Quella sua “vergogna” ha fatto il giro dai media locali sino alle cronache di testate nazionali.  Forse non si rende conto di ricoprire una carica istituzionale: rappresenta tutta la Citta’ e non un partito, deve rispetto alle persone e alle altre istituzioni, anche esse elette dai cittadini. Ribadiamo che in questo periodo di limitazione delle attivita’ e dei movimenti la grande maggioranza dei cittadini di Ladispoli abbia rispettato le norme e abbia agito con senso di responsabilita’.

Ci sono state alcune eccezioni, sanzionate, e forte deve rimanere il controllo da parte delle autorita’. Chiediamo pertanto che l’Amministrazione Comunale, in coordinamento con tutte le altre Istituzioni ed in previsione delle nuove aperture previste per la prossima settimana, prepari un piano di vigilanza e controllo che consenta di vivere con tranquillita’ la nuova fase. Ladispoli con i suoi 45 mila abitanti ha una forte densita’ abitativa, ma non sono molti i punti ove potrebbe crearsi affollamento.  Basterebbero alcune pattuglie delle Forze dell’ordine nei punti cruciali (Lungomare, Viale Italia, Stazione) per consentire il rispetto delle regole e una tranquilla ripresa delle attivita’ produttive e dell’uso del tempo libero per i nostri concittadini.