Fase 2: tutti gli interventi messi in campo dalla Provincia di Viterbo

NewTuscia – VITERBO – L’attuale situazione di emergenza che stiamo vivendo obbliga tutti quanti noi ad un maggior senso di responsabilità. La pluralità di esigenze, interessi, ambizioni, disperazioni e speranze si manifesterà con ancora maggiore intensità nella fase di rilancio, che è ormai alle porte. Restare tutti a casa è stato relativamente più facile. Ripartire significherà invece maggiore consapevolezza individuale e collettiva. Intelligenza e coscienza serviranno per adottare comportamenti razionali, di rispetto reciproco e per ricostruire il nostro futuro.

In Provincia la nuova stagione politica di condivisione dell’impegno sta dando maggiore impulso a tutta la Struttura. Ci si adopera insieme per mettere a frutto – e al meglio – le competenze dell’Ente, senza lasciare scoperto ogni settore di intervento.

L’attuale azione di intervento muove su tre vettori fondamentali:

  • assistenza tecnico-amministrativa ai comuni
  • condivisione con gli amministratori locali in Assemblea Sindaci
  • scuole e strade per assicurare il rilancio del territorio

Sono stati avviati interventi con Decreto Presidenziale, che ha prelevato dal Fondo di Riserva 60 mila Euro, poi con Deliberazione unanime di Consiglio ha stanziato ulteriori 231 mila Euro per rate di mutui che potranno essere rinviate a fine ammortamento. Gli uffici sono tutti a lavoro per dare attuazione alle linee di intervento. Queste le aree di intervento messe in campo tramite atti amministrativi, riassunte in un quadro d’insieme:

 

Gestione del “debito” e rinegoziazioni – supporto gratuito

Nelle nuove misure straordinarie messe in campo dalla Cassa Depositi e Prestiti per l’emergenza Coronavirus c’è la rinegoziazione dei mutui, che coinvolgerà 7200 enti territoriali e libererà risorse per 1,4 miliardi di euro. Per poter usufruire dell’intervento bisognerà però attivarla entro il 27 maggio. Per velocizzare quanto più possibile le tempistiche di accesso la Provincia ha selezionato una società di consulenza, per dare supporto gratuito a tutti i comuni in questa fase così delicata e strategica della rinegoziazione, per liberare risorse e più in generale per la gestione del debito e delle gare di Tesoreria per un intero anno, da maggio 2020 ad aprile 2021.

Già durante la mattina di lunedì 4 maggio i responsabili degli uffici finanziari dei singoli comuni riceveranno una comunicazione tecnica da parte del Dirigente competente della Provincia con le specifiche indicazioni per accedere al servizio, oggi davvero strategico.

Condivisione in Assemblea dei Sindaci

Per la prossima settimana abbiamo previsto la convocazione di un’Assemblea dei Sindaci – in videoconferenza – per condividere le criticità del momento, le soluzioni, il supporto reciproco e le iniziative da intraprendere, per avviare l’indispensabile “fase 2” che tutti attendiamo.

Riapertura degli Istituti Superiori

I nostri tecnici e dirigenti stanno programmando di allestire presso tutti gli Istituti Scolastici Superiori degli spazi che funzionino quali presidii a supporto per sostenere gli esami nella metà di giugno e per la ripresa che a settembre dovrà avvenire in piena sicurezza.

A supporto delle attività di sanificazione previste e finanziate dallo Stato direttamente alle scuole, la Provincia sta studiando tutti gli interventi che si renderanno necessari, d’intesa con le istituzioni scolastiche stesse.

In tal senso è stato accantonato un fondo di 100 mila Euro, che verranno utilizzati previa valutazione degli impieghi specifici e congruità.

Ulteriori supporti ai comuni

Sono in svolgimento ulteriori indagini di mercato per l’acquisto dei “dispositivi di protezione individuale” (mascherine) e strumenti di “sanificazione”, con un accantonamento specifico di circa 90 mila Euro. È un’operazione complessa per le quantità e i conseguenti importi elevati.

Nel rispetto della cornice di competenze della Provincia, sarà necessario concordarne le finalità di utilizzo, sempre a supporto delle azioni di prossimità svolte dai comuni.

Piattaforma Elettronica Appalti Pubblici

Per tutti i Comuni con popolazione inferiore a 10.000 abitanti sarà attivata – con costo integralmente a carico della Provincia – la piattaforma digitale “Appalti&Contratti” per consentire ai comuni di effettuare gli affidamenti e le procedure da svolgere sotto le soglie del art. 37 del codice degli appalti che richiedono comunque l’utilizzo obbligatorio di una piattaforma telematica di e-procurement.

Investimenti

La Provincia non ha mai interrotto le operazioni le operazioni relative agli investimenti. L’Elenco Annuale delle Opere per il 2020 è consistente: sono previsti oltre 20 milioni di finanziamenti per le Scuole e Strade, frutto di un’ottima capacità progettuale. Ora dobbiamo dimostrare capacità attuativa. I nostri dipendenti stanno lavorando tutti da casa. Con tempismo ed efficacia stanno conducendo in avanti le procedure per avviare i cantieri, non appena le norme di sicurezza lo permetteranno.

È una sfida importante ed inedita, dalla depressione cui ci ha condotto la Legge “Del Rio” fino ad oggi. Proveremo così a dare nuovo impulso e supporto al sistema delle imprese del territorio.

Ulteriori opportunità

Se il Governo, come da noi richiesto, col prossimo decreto, ci compenserà i mancati introiti tributari, avremo altresì l’opportunità di attivare ulteriori risorse derivanti dall’applicazione dell’Avanzo di Amministrazione, che approveremo col Rendiconto intorno al 20 maggio prossimo, nonché, anche noi in Provincia, con la rinegoziazione dei Mutui della Cassa Depositi e Prestiti.

 

 

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21