Coronavirus, Roma, seconda vittima in Ama. Palozzi – Fiesole (Cambiamo): “Appello a Pregetto per tamponi in rimessa Rocca Cencia”

NewTuscia – ROMA – “Siamo profondamente addolorati per la scomparsa di Alberto, autista Ama operativo nella rimessa di Rocca Cencia, e vogliamo esprimere la nostra più sentita vicinanza alla sua famiglia in questo momento drammatico. Purtroppo, nella municipalizzata capitolina è già la seconda vittima da coronavirus dopo quella di Ezio, capo operativo sempre a Rocca Cencia, avvenuta lo scorso 9 aprile.
Siamo di fronte ad una realtà delicata e preoccupante: per questa ragione, rivolgiamo un appello al prefetto di Roma affinché solleciti le istituzioni competenti, ivi incluse Regione Lazio e Comune di Roma, a promuovere i tamponi su tutti gli operatori Ama del deposito di Rocca Cencia e con tempi rapidi e precisi.
Al contempo, auspichiamo che i vertici Ama lavorino con maggior impegno per la sicurezza dei lavoratori, ai quali rivolgiamo il nostro vivo ringraziamento per la professionalità e l’impegno nell’espletamento di un servizio pubblico di grandi utilità e in condizioni spesso di rischio”.
Così, in una nota, il consigliere regionale del Lazio ed esponente nazionale di Cambiamo con Toti, Adriano Palozzi, e il responsabile Ambiente del comitato promotore Cambiamo Lazio, Fabio Fiesole.
Fabio Fiesole