Bevagna, programma delle celebrazioni per la Liberazione

La deposizione delle corone d’alloro avverrà senza assembramenti. Il sindaco Falsacappa: “Questo difficile momento ci riporta simbolicamente a quegli anni”

NewTuscia – BEVAGNA – Bevagna si prepara a celebrare il 25 aprile. Anche in tempi di coronavirus, la memoria ed il ricordo della Liberazione non si fermano. “Quest’anno – spiega il sindaco Annarita Falsacappa – più convintamente dobbiamo celebrare la nostra libertà.

Costretti all’isolamento, al distanziamento sociale, idealmente ci stringiamo insieme come popolo, come italiani”. Sabato 25 aprile la liberazione dal nazifascismo a Bevagna verrà di nuovo celebrata con l’obiettivo di non dimenticare una pagina della nostra storia, per un futuro di pace, di libertà e democrazia. Viste le disposizioni della Prefettura di Perugia, alle cerimonie sul territorio sarà presente solamente l’autorità deponente, con esclusione di qualsiasi forma di assembramento.

Per il 75esimo anniversario della Liberazione, verrà quindi deposta una corona d’alloro presso i monumenti ai caduti di Bevagna, Cantalupo, Torre del Colle, Limigiano, Gaglioli e Castelbuono.

“In questo difficile momento che ci vede tutti in difesa contro il coronavirus, in una guerra che ci riporta, simbolicamente – afferma il sindaco Annarita Falsacappa – a quella Liberazione che riscattò e ridiede slancio all’Italia dopo tante sofferenze e tanti morti, dobbiamo restare uniti e far prevalere la nostra forza di popolo straordinario”.

Uno scorcio di Bevagna