Coronavirus, Giannini (Lega): Campagnano zona rossa si poteva evitare, ora D’Amato metta massimo impegno regione per rimediare

NewTuscia – ROMA – Un’interrogazione urgente all’indirizzo del governatore del Lazio Nicola Zingaretti è stata inoltrata oggi dal consigliere regionale della Lega Daniele Giannini per chiedere “chiarimenti relativi al ritardato intervento della Regione Lazio presso il centro di riabilitazione Santa Maria  del Prato nonostante le ripetute richieste ufficialmente sollecitate dal Comune di Campagnano di Roma”.
“Ad oggi – spiega lo stesso consigliere leghista membro della commissione Sanità – risulta evidente che se il comune è diventato ‘zona rossa’ lo si deve completamente alla negligenza dell’assessore D’Amato che invitiamo con la massima urgenza ad attivarsi con una massiccia e rapida campagna di test sierologici e tamponi sulla popolazione di Campagnano per avere lo screening immediato della situazione ed isolare e curare i positivi al Covid-19. Chiediamo inoltre – conclude -che su tutti i comuni dichiarati ‘zona rossa’ siano implementati i buoni spesa e tutte le forme di assistenza dirette a cittadini, aziende ed imprese per evitare il collasso totale di queste comunità”.