La minoranza attacca il sindaco di Bassano in Teverina Romoli: “Aumentarsi lo stipendio ora è sbagliato”

NewTuscia – BASSANO IN TEVERINA – Gentile sindaco Alessandro Romoli, in un momento complicato come quello che stiamo vivendo non vorremmo fare polemiche, ma, con nostro rammarico, non possiamo fare a meno di rispondere alla sua replica circa l’adeguamento del suo stipendio a euro 1.659,38.

Nella nota parla di “sciacalli” che tentano di mettere in discussione la sua persona e promette azioni legali. Inoltre, sempre nella nota, si apprende che l’adeguamento dello stipendio, con tanto di arretrati, è previsto per legge e, quindi, dovuto. Lei sa benissimo che ciò non è vero, può rinunciare, o per lo meno procrastinare questa misura a tempi migliori e noi saremmo onorati di comunicare ai cittadini tale decisione. Sindaco, Lei deve tanto ai cittadini di Bassano in Teverina, che più volte l’hanno rieletta e le hanno dato fiducia. In un momento storico come quello che stiamo vivendo e con la crisi economica che dovremmo fronteggiare dopo questo periodo, come minoranza, la esortiamo a compiere un gesto di solidarietà verso la nostra comunità, rinunciando all’ aumento dello stipendio. In tal caso, speriamo che il nostro comune possa essere un esempio anche per altri.

IL GRUPPO CONSILIARE DI MINORANZA BASSANO DI TUTTI