Coronavirus. Ad Acquapendente cancellato l’appuntamento “Fiera dei Campanelli”

Sindaco Ghinassi

Con ordinanza N° 37 di Martedì 14 Aprile il Sindaco di Acquapendente Dottor Angelo Ghinassi cancella ufficialmente l’appuntamento di Domenica 19 Aprile con la classica ed attesissima Fiera dei Campanelli : “La decisione”, sottolinea pochi minuti dopo la firma ufficiale della stessa, “rientra nelle ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica Covid 19. La manifestazione come conformazione e disposizione non può rispettare le raccomandazioni di cui alla lettera f articolo 2 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri recante ulteriori disposizioni attuative del Decreto Legge recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione emergenza epidemiologica da Covid 19. Saremmo impossibilitati di adottare misure organizzative tali da consentire un accesso con modalità contingentate o comunque idonee ad evitare assembramenti nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di 1 metro a visitatore”. Un arrivederci quindi al 2021.

Per le popolazioni viterbesi, umbre e toscane che nella Domenica dopo Pasqua entrano in massa a questa sorta di bazar all’aperto dove trovare tutto e di più. Una fiera dalle tradizioni millenarie che prende le mosse dalla visita che i pellegrini di Terrasanta facevano al Papa al loro ritorno. L’omaggio al Pontefice avveniva solitamente nella prima Domenica dopo Pasqua e i pellegrini affluivano ad Acquapendente ove sostavano a riposare prima di avviarsi all’ultima tappa verso Roma. In questa occasioni essi commerciavano o, meglio, barattavano catenine e monili portati dall’Oriente con vettovaglie. Il graduale diminuire dei pellegrini nel tempo, specie dopo le Crociate, consigliò di istituzionalizzare la tradizione con il creare un commercio fittizio di curiosità, per non perdere il beneficio che la Città traeva dall’afflusso delle genti della regione ad Acquapendente, attratte dalle curiosità di vedere i pellegrini, sentirne raccontare le vicissitudini e di acquistarne le chincaglierie.