Minuto di silenzio e bandiere a mezz’asta: tutti i Comuni della Tuscia rendono omaggio alle vittime del Coronavirus e a chi è in prima linea

NewTuscia – VITERBO – Le foto che vedete di seguito rappresentano il minuto di silenzio osservato in alcuni dei 60 Comuni della Tuscia per commemorare le vittime del Covid-19 e per rappresentare la vicinanza ai sanitari e a tutte le categorie in prima linea per questa terribile pandemia virale.

Nelle foto si possono vedere i sindaci di Valentano, Bagnoregio, Castiglione in Teverina, Ischia di Castro, San Lorenzo Nuovo e Canino; sono solo un piccolo campione, ma rendono bene lo spirito di fraternità che ha permeato il minuto dedicato a rendere omaggio alle persone scomparse in questi ultimi tempi a causa del Covid 19, un minuto ricco di significato nel suo simbolo incarnato dalla bandiera a mezz’asta.

Un modo per ricordare e sentire vicino chi non c’è più, in alcuni casi persone mai conosciute, ma percepite nella loro assenza come una perdita enorme per il semplice fatto di essere uomini e donne la cui vita era come la nostra, in altri un amico insostituibile. Ma anche un modo per rimarcare il senso di solidarietà verso chi è rimasto e lotta tutti i giorni per sconfiggere il virus.

I sindaci di tutta l’italia si sono fermati, in silenzio, davanti al tricolore, per rappresentare la solidarietà che unisce la comunità; custodi delle preoccupazioni e delle scelte difficili che si impongono in questi duri giorni.

La manifestazione ha preso il via da un’idea del presidente della Provincia di Bergamo.