Coronavirus. Si riuniscono tutti insieme per pranzare a Tuscania: denunciati 8 rumeni

NewTuscia – TUSCANIA – I carabinieri della stazione di Tuscania hanno sorpreso otto cittadini di origine rumena che , incuranti del rispetto dei divieti imposti dal decreto sul distanziamento sociale per rallentare la diffusione del coronavirus hanno deciso di incontrarsi a pranzo e stare tutti insieme in un appartamento.

Un carabiniere della stazione che abita nella stessa strada dove avevano deciso di festeggiare la domenica gli otto cittadini, ha visto entrare in una casa prima due persone a piedi, poi arrivare altre persone in macchina, ed ha quindi chiamato i colleghi di pattuglia ed è andato a citofonare nell’ appartamento, dove i carabinieri hanno trovato gli otto cittadini, tutti di origini rumene, intenti a pranzare insieme.

I carabinieri della stazione, intervenuti, hanno quindi interrotto il raduno, hanno invitato i cittadini a tornare ognuno nella propria abitazione ed hanno elevato le previste sanzioni amministrative, per essersi riuniti in più persone, per essersi spostati in macchina ed a piedi, violando palesemente i divieti imposti dal decreto per limitare il contagio da Covid 19.

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21