NewTuscia – VITERBO – Continua a crescere il numero di positivi al Covid 19 nella Tuscia. Attualmente, si tratta di 166 contagi, di cui la maggior parte nel territorio del capoluogo. Ciò che fa preoccupare sono tuttavia i decessi, che potrebbero essere di più rispetto ai 3 dichiarati.

Lo scorso venerdì è deceduta a Tessennano una donna di 78 anni con patologie pregressi, che aveva accusato dei sintomi influenzali. I famigliari, sottoposti a tampone, sono risultati positivi al coronavirus. Potrebbe trattarsi quindi di una quarta vittima. Non sono chiare neanche le circostanze della morte del 69enne di Grotte di Castro, trovato morto in casa pochi giorni fa: anche lui aveva accusato dei sintomi influenzali.

Per quanto riguarda i contagi, la Asl Viterbo ha fatto sapere che nella giornata di ieri sono stati registrati 14 nuovi casi: “Dei nominativi pervenuti, già tutti in isolamento domiciliare fiduciario o in regime di ricovero, 8 sono residenti nel comune di Viterbo, 5 nel comune di Tarquinia e 1 a Montefiascone. Tredici delle persone risultate positive stanno trascorrendo la convalescenza nella propria abitazione, uno è ricoverato presso il reparto di Malattie infettive. Nella lista odierna figurano due operatori sanitari già attenzionati, in quanto afferenti al cluster del Laboratorio analisi di Belcolle. Le persone accertate positive nel comune di Tarquinia appartengono tutte allo stesso nucleo familiare. Il Team operativo Coronavirus, tramite i professionisti psicologi che operano al suo interno, ha già informato i cittadini interessati circa l’esito dei tamponi eseguiti e, al contempo, ha prontamente avviato il lavoro di ulteriore definizione della catena epidemiologica dei contatti stretti, con la determinante partecipazione delle Amministrazioni locali. In totale i casi accertati al COVID-19, residenti o domiciliati nella Tuscia, salgono a 144, più i 5 casi accertati in strutture extra Asl e già noti. Al momento, delle persone refertate positive al Coronavirus: 101 stanno trascorrendo la convalescenza nel proprio domicilio, 32 sono ricoverate nel reparto di Malattie infettive, 6 sono ricoverate in Terapia intensiva, 3 all’ospedale Spallanzani. Fermo a 2 il numero dei deceduti. Per la prima volta oggi, dall’inizio dell’emergenza COVID-19, il numero dei cittadini usciti dal regime di isolamento domiciliare fiduciario (665) è superiore a quello degli isolamenti tuttora in corso (569)”.

E’ di oggi invece, la notizia di un nuovo caso a Montefiascone: positivo un vigile del fuoco. Il contagio sarebbe da ricollegare al caso del medico di Capodimonte: la moglie del vigile del fuoco infatti, lavorare presso lo studio del medico come segretaria. L’uomo è in quarantena con la famiglia; anche i colleghi vigili del fuoco, sottoposti a tampone, si trovano in quarantena preventiva.