Coronavirus, controlli a tappeto: uscire solo per reale necessità

NewTuscia – VITERBO – Le forze dell’ordine abilitate al monitoraggio della situazione – Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia locale – stann

Zona Santa Maria della Grotticella

o facendo controlli a tappeto per il rispetto del DPCM sullo stop della circolazione se non per motivi di lavoro, salute e stretta necessità, con autocertificazione.

Proprio questo documento ha visto aggiungersi ai suoi punti la condizione necessaria di non essere risultati positivi al test, ne essere in stato di quarantena o tanto meno esserne usciti. I controlli nella città di Viterbo ad opera della polizia locale, soprattutto nelle zone principali, dopo i due appelli del sindaco, uno per le strade della città con il megafono e il successivo in video, hanno sottolineato una diminuzione della percentuale di persone fuori casa in assenza di reale necessità. La penale in caso di non regolarità sarebbe l’arresto fino a tre anni, nel caso di aggravanti fino a dodici.

Gli appelli del primo cittadino hanno avuto un certo effetto riscontrabile pur senza una statistica ufficiale. Per quanto riguarda l’attività fisica le parole di Giovanni Arena sono chiare: “Ricordo che l’ordinanza del sindaco è quella vigente su tutto il territorio comunale e preciso che tutte le persone fornite di apposito certificato medico possono seguire e rispettare la terapia fisica prescritta.”