Coronavirus. Orte molte le iniziative per i cittadini: pronto farmaco e pronto spesa per anziani, di Comune, Protezione Civile, Croce Rossa

Stefano Stefanini

All’Ufficio postale solo per urgenze. Consigli per affrontare lo stress di questi giorni.

NewTuscia – ORTE – Ad Orte sono molte le iniziative approntate per la cittadinanza, dal  pronto farmaco e pronto spesa per anziani da parte del  Comune, la Protezione Civile e la Croce Rossa sono disponibili per qualsiasi emergenza.

In questi giorni caratterizzati dall’emergenza  Coronavirus e dall’esigenza inderogabile di rimanere a casa, sono stati approntati dal comune di Orte, dalla Protezione Civile e dalla Croce Rossa alcuni servizi a beneficio di anziani, persone non autosufficienti e soli in casa.

Come riportato nei messaggi divulgati sui social e attraverso i normali canali. di  informazione, viene assicurato un servizio di assistenza nell’acquisto di spesa per generi alimentari e per farmaci che vengono recapitati nelle abitazioni dei beneficiari.

Questi i Consigli per affrontare lo stress di questi giorni di permanenza a casa per  prevenire il  Coronavirus.

All’Ufficio postale solo per urgenze.

Intensi controlli del territorio da parte della Polizia Locale di Orte

Sono proseguiti e si svilupperanno nei prossimi giorni i  controlli del territorio comunale da parte delle donne e degli uomini della Polizia Locale di Orte, nell’ambito delle attività finalizzate alla verifica di quanto disposto dai Decreti della Presidenza del Consiglio dei Ministri in materia di contenimento del Coronavirus e dell’ordinanza n. 22 del sindaco Angelo Giuliani sulla chiusura dei parchi cittadini e del cimitero.

Il Comune di Orte in un comunicato rende noto che nella mattina di mercoledì 18 marzo le pattuglie hanno effettuato i servizi in particolare sulle vie di accesso al centro storico; i risultati dell’attività vengono comunicati giornalmente alla Prefettura di Viterbo.

Si ricorda ai cittadini che ogni spostamento deve essere giustificato da comprovate esigenze lavorative, da uno stato di necessità o da motivi di salute e che dette circostanze devono essere attestate attraverso l’autodichiarazione disponibile sul portale istituzionale del Viminale aggiornata al 17 marzo 2020; qualora ne fossero sprovvisti, una copia verrà fornita al momento dagli agenti.

Il mancato rispetto degli obblighi di cui al DPCM 8 marzo, salvo che il fatto costituisca più grave reato, ai sensi dell’art. 4, è punito a norma dell’articolo 650 del codice penale, come previsto dall’art. 3, comma 4, del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6 (con l’arresto fino a tre mesi o con l’ammenda fino a € 206).

Il comunicato del Comune conclude: “Si confida nel senso di responsabilità dei cittadini ortani, chiamati in questo momento come tutto il resto del Paese a dei sacrifici, per il rispetto delle regole a tutela della salute di tutti.”