Approvato il Dpcm piano “Cura Italia”. Confesercenti informa

NewTuscia – VITERBO – Come avevamo anticipato da qualche giorno, vista anche la circolare del Mise, è stato approvato il decreto che prevede il sostegno economico ad imprese, famiglie e lavoratori. Il decreto come già annunciato da Gualtieri prevede anche la proroga dei versamenti fiscali, tributari e previdenziali dal 16 marzo al 20 marzo 2020. Le imprese nei prossimi quattro giorni dovranno accertarsi in quale categoria rientrano per le quali è prevista l’eventuale proroga.

Per le imprese turistiche, ricettive, alberghiere ed extralberghiere, tour operator ed agenzie di viaggio e turismo, i versamenti delle ritenute, i contributi previdenziali ed assistenziali, i premi per le assicurazioni obbligatorie, i versamenti iva che scadono nel mese di marzo sono stati sospesi fino al 31 aprile 2020. Sono state altresì comprese nel decreto “Cura Italia” le imprese più colpite dal Covid-19: imprese dello sport, dell’arte, della cultura, teatri, cinema, trasporti, educazione e assistenza, ristorazione, bar, pub, pasticcerie , centri termali, palestre e fitness, organizzatori eventi e fiere, guide ed accompagnatori turistici.

Le imprese inserite nell’elenco del decreto potranno utilizzare la sospensione fino al 31 maggio dei versamenti dei contributi, delle ritenute e dei premi assicurativi che erano previsti nella scadenza del 30 marzo 2020 . Alla data della prossima riscossione i versamenti che sono stati sospesi possono essere effettuati in un’unica soluzione o al massimo in cinque rate mensili di pari importo a partire dal mese di maggio senza pagare nessuna sanzione o interesse. I versamenti tributari sospesi per le partite iva che beneficiano della moratoria fiscale andranno effettuati entro il 31 maggio 2020 in un’unica soluzione o massimo in cinque rate mensili di pari importo a decorrere dal mese di maggio 2020. Gli adempimenti sospesi andranno effettuati entro il 30 giugno 2020.Chi non beneficia della sospensione è tenuto ai versamenti entro il 31 maggio 2020 e fino a quest’ultima data sono sospesi anche gli adempimenti tributari diversi delle trattenute alla fonte relativi alle addizionali regionali e comunali per questi la scadenza è fissata al 30 giugno.

La Confesercenti rimane a disposizione di tutte le imprese che ne avessero bisogno per informazione ed approfondimenti risponderanno i nostri esperti telefonando al numero 0761/187831 o scrivendo alla mail info@confesercentiviterbo.it.

 

Confesercenti – Viterbo