Fin sospende i campionati di nuoto sincronizzato a Viterbo, Frontini: “Arena dovrà renderne conto”

NewTuscia – VITERBO – Apprendo che la FIN ha sospeso i campionati di nuoto sincronizzato juniores che si tengono da due giorni nella nostra piscina comunale e che gli atleti rientreranno nei rispettivi territori.

Ci volevano le misure drastiche per capire che no! No, non era proprio il caso! Quanto accaduto è di una gravità inaudita: un Sindaco è massima autorità sanitaria. Può e deve tutelare la salute dei cittadini e non c’è sussurro nelle orecchie di ministero o federazione che possa fermare un’ordinanza sindacale contingibile e urgente. Solo il TAR, entro 90 giorni. Chi vi dice il contrario, continua a prendere in giro e giocare sulla pelle della gente, è malinformato o mal imbeccato, in palese malafede.

Voglio sperare, davvero voglio sperare, che “l’affidamento alla chetichella con il luccichino degli europei” alla FIN della piscina comunale e questo atteggiamento così morbido e leggero non siano collegati. Perché se così fosse, altro che “atteggiamento criminale”. MINIMO, ma minimo le dimissioni. E poi fare il conto con la propria coscienza, e speriamo solo con quella, per il resto dei propri giorni.

Chiara Frontini