Montecchio, parte il Cammino dei Borghi Silenti: anello di 86 km ispirato a Santiago de Compostela

NewTuscia – MONTECCHIO – Punta a portare almeno mille visitatori all’anno il Cammino dei Borghi Silenti, il nuovo percorso escursionistico e per mountain bike, lungo 86 chilometri, che ruota intorno alle pendici settentrionali dei monti Amerini. Il percorso sarà presentato domani alle 10 e 30 alla sala polivalente di Montecchio, alla presenza dei sindaci di Montecchio, Guardea, Avigliano Umbro e Baschi, del presidente della provincia di Terni e di altri amministratori pubblici invitati. Presente anche Mogol che tramite il CET di Toscolano ha fornito idee e contributi.

Il cammino parte dalla frazione di Tenaglie, nel comune di Montecchio, e, con percorso ad anello, si snoda nei borghi più caratteristici della zona, da Toscolano a Melezzole, da Morre a Civitella del Lago, oltre che in un contesto naturalistico e paesaggistico tra i più belli dell’Umbria e tra i meno conosciuti. Pensato e costruito ispirandosi al Cammino di Santiago, il sentiero è frutto del lavoro dell’associazione Amerini Trekking che ha messo in campo, con risorse proprie, un progetto unico in Umbria e tra i pochi esistenti in Italia centro-meridionale, soprattutto per la sua particolare circolarità.

Fra gli obiettivi anche quello di valorizzare un territorio tra i comuni di Montecchio, Guardea, Avigliano Umbro e Baschi, ricco di storia e natura ma quasi sconosciuto al grande pubblico. “I Comuni attraversati dal percorso – dice il sindaco di Montecchio, Federico Gori – hanno sposato l’idea e messo a disposizione alcune strutture inutilizzate per farne dei piccoli ostelli per i camminatori, visto che il cammino durerà quattro giorni, di cui tre notti.

I finanziamenti sono privati, delle strutture ricettive, ristorative e commerciali della zona che hanno aderito al progetto. L’auspicio – prosegue il sindaco Gori – è che l’iniziativa dia impulso all’economia turistica del comprensorio, ripetendo ciò che funziona in altre zone d’Italia e portando almeno un migliaio di persone l’anno”.