UGL Sanità chiede maggiori risorse per gli IRCCS

NewTuscia – ROMA – E’ allarmante quanto emerge dallo studio effettuato dalla Fondazione Gimbe sui finanziamenti destinati agli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) nel periodo 1998-2018 e riportato in un articolo de Il Sole 24 Ore. Nel 2018 infatti sono stati impegnati gli stessi fondi previsti nel 1998, ma il numero degli enti è aumentato da 32 a 51. Quindi il flusso medio medio per ente si è drasticamente ridotto da 5 milioni di euro a 3,1 milioni di euro, confermando l’esiguità delle risorse investite dall’Italia per il finanziamento strutturale degli IRCCS.

“Lo studio della Gimbe parla chiaro – dice il Segretario Nazionale della UGL Sanità Gianluca Giuliano –  è avvilente constatare come non si trovi il modo per incrementare i finanziamenti per gli IRCCS, eccellenze della nostra ricerca e della nostra sanità. Anzi i dati confermano come singolarmente si sia proceduto a un taglio delle risorse per singola struttura. Non è accettabile, bisogna trovare le risorse e valorizzare il personale, vigilando attentamente sugli sprechi, per consentire a questi Enti di proseguire il lavoro meritorio riconosciuto a livello nazionale e internazionale”. 

UGL Sanità