NewTuscia – VITERBO – Il team dell’Etruria Dragon Boat, per mitigare gli eccessivi allarmismi di questi giorni, ha deciso di lanciare un’iniziativa simpatica per testimoniare la vicinanza agli amici cinesi che vivono nella Tuscia.

“abbiamo deciso – afferma il presidente Mauro Marmo – di sdrammatizzare un po’ il clima creatosi con l’effetto corona virus e per questo ci siamo dati appuntamento al ristorante “ LA CINA” dell’amico LIN,

Una semplice cena per riunire la squadra ma con lo scopo di dare un piccolo esempio contro il catastrofismo generale e un segnale di solidarietà”. I ragazzi dell’Etruria hanno anche festeggiato i due argenti e un bronzo conquistati a dicembre alla tradizionale coppa di Natale a Roma presso il laghetto dell’Eur.

Carlo Cagnucci , allenatore del team continua: “Di solito, quando gareggiamo a Roma ci fermiamo al ristorante “YO FUSION – sushi e cocktail” dell’amico GIOVANNI YE che consigliamo a chi si trovi a passare  a Roma per via Marconi… Questa volta, per problemi di distanza, abbiamo optato per un ristorante di Viterbo.

Noi crediamo, pur non trascurando le notizie  dal continente asiatico, che si debba cercare di non creare una psicososi incontrollata. La nostra iniziativa vuol essere un messaggio, un esortazione a non discriminare e a reagire alla sfiducia verso gli altri. Spero che anche altre squadre di dragon boat ripetano l’iniziativa come segnale alla comunità nella quale vivono, ognuna nella sua città. D’altronde proprio gli amici cinesi hanno contribuito ad esportare il nostro sport… che tante soddisfazioni ci regala… la più grande quella di stare insieme”.

Carlo Cagnucci