Doping, Sequestrate sostanze illecite anche a Viterbo

NewTuscia – VITERBO – L’operazione dei Nas ha riguardato tutta l’Italia, per un totale di 29 province. Anche a Sutri l’abitazione di un uomo è stata perquisita, mentre a Viterbo sono stati sequestrati confezioni di farmaci vietati dal nucleo antisofisticazioni dei carabinieri e dalla sanità.

Migliaia di sostanze dopanti, riguardanti soprattutto testosterone, nandrolone, ormone della crescita e steroidi anabolizzanti, sono così finite nella mani delle forze dell’ordine, smantellando una rete dalle fitte maglie. Decine di persone sono state accusate di importazione illegale, vendita, ricettazione e somministrazione di sostanze medicinali allo scopo di aumentare le prestazioni fisiche nelle gare agonistiche.

L’operazione è stata gestita dalla procura e dai carabinieri di Ascoli Piceno e dal Nas di Ancona, è partita nel 2018 con una serie di accertamenti nei confronti di una persona di Folignano, l’uomo era sospettato di vendere illecitamente sostanze dopanti. Con il proseguire dell’indagine sono state individuate prove di illeciti in tutta la penisola: dieci persone tra atleti e frequentatori di palestre. Le sostanze provenivano dall’est Europa, principalmente dalla Bulgaria e dalla Polonia.

Alla fine è stato scoperto un giro di affari da 500mila euro all’anno, come risulta dall’analisi dei conti correnti , dalle transazioni e spedizioni postali degli indagati. Altre 55 perquisizioni e si scoprono anche le ricette mediche falsificate.