Il sindacato Usb esprime solidarietà ai colleghi della Cgil e al giornalista Daniele Camilli

NewTuscia  – VITERBO – Più volte il nostro sindacato ha denunciato la grave situazione dello sfruttamento dei migranti in agricoltura, dalla primavera scorsa siamo presenti con banchetti informativi nei punti di maggior affluenza di lavoratori stranieri, per informarli sui loro diritti e conoscere dalla loro viva voce le gravi condizioni di sfruttamento cui sono sottoposti. Da alcuni mesi, invitati dall’Arci, abbiamo aderito alla Rete contro lo sfruttamento, insieme agli altri sindacati tra cui appunto la CGIL. Il nostro Sindacato nasce e lavora instancabilmente, per lottare e contrastare ogni forma di sfruttamento e violenza. Le nostre iniziative sono state più volte, nella nostra città, documentate da Daniele Camilli, al quale non possiamo che augurare di continuare a denunciare con coraggio, senza farsi intimorire.  Ai colleghi della CGIL va tutta la nostra solidarietà e l’invito a non arrendersi davanti alle minacce di chi, vigliaccamente, e forse protetto da connivenze ed omertà da parte di tanta gente che conosce, ma preferisce tacere, si arricchisce sulla pelle dei più poveri.

Usb Immigrazione
Ada Tomasello