Scuola dell’Infanzia “Rosa Venturini” di Acquapendente tra i vincitori del concorso “Arcobaleno della gioia”

loading...

NewTuscia – ACQUAPENDENTE – Riconoscimento prestigioso per la Scuola dell’Infanzia “Rosa Venturini” di Acquapendente che con questo bel disegno risulta tra le vincitrici del concorso “Arcobaleno della gioia” organizzato dalla Società Etalfelt.

Oltre al plesso aquesiano stanno ricevendo in questi giorni il premio box 72 pezzi pennarelli Coloritone e box 181 pezzi multibox Junior gamma Fibracolor quelli di Children & Family Size (Reggio Calabria-Regione Calabria)), “Luigi Rossi” di Positano (Regione Campania), Circolo Didattico Castellamare di Stabia (Regione Campania), “D’Auria” di Arzano (Campania), “Giovanni Baschera” (Regione Friuli Venezia Giulia), “Collodi” di Albano Laziale (Regione Lazio), “Maria Ausiliatrice” di Genova (Regione Liguria), “Roberto Le Petit” di Ponte Lambro (Regione Lombardia), “San Giovanni Bosco” di Isernia (Regione Molise), “Giovanni Paolo II°” di Ovada (Regione Piemonte), “Fragagnano” di Sava (Regione Puglia), “Iris Malagnino” di Sava (Regione Puglia), “La Rotonda” di Cagliari (Regione Sardegna), “De Gasperi” di Pedara (Regione Sicilia), “Avenza Collodi” di Carrara (Regione Toscana), “Santa Maria Tiberina” di Città di Castello (Regione Umbria), “Angelo Custodi” di Bagnoli di Sopra (Regione Veneto), “Rosa Mistica” di Tezza sul Brenta (Regione Veneto).

In una breve nota informativa inviata alle classe partecipanti la Società organizzatrice sottolinea che “si è conclusa l’Edizione 2019-2020. E ringraziamo di cuore tutte le insegnanti e gli insegnanti per il loro lavoro e la loro dedizione, i bambini che con la loro gioia e fantasia sono ancora una volta stati capaci di stupirci, i genitori, parenti e amici, che in tantissimi hanno guardato, commentato e condiviso i disegni che sono stati pubblicati. Dando appuntamento alla prossima Edizione prevista a fine Settembre 2020, ricordiamo tanto che i premi di partecipazione che le forniture alle classi vincitrici arriveranno a destinazione a fine mese. Le classi vincitrici sono state selezionate secondo un criterio ovviamente soggettivo, dunque più o meno condivisibile. Non è stata considerata la bellezza ma l’interpretazione del tema dell’iniziativa, le emozioni e la loro gioia. Ma abbiamo anche cercato di immaginare il lavoro di confronto necessario a realizzare ciascun disegno”.