Narni, donne narnesi presenti e passate raccontate in un libro

NewTuscia – NARNI – Le donne narnesi, del presente e del passato, raccontate in un libro. Sabato prossimo alle 16 in sala del Consiglio comunale a Narni sarà infatti presentato “Donne+Narni. Per dare forma al silenzio. Guida a storie e percorsi femminili della città”, realizzato anche grazie al contributo del Centro per le Pari opportunità della Regione Umbria.

Si tratta di una sorta di guida che ha il volto di molte cittadine narnesi, passate e presenti. Alcune di loro racconteranno ricordi e memorie, da quelle più antiche conservate all’interno del museo della città a quelle che salgono per le vie verso la Rocca Albornoz e poi riscendono verso chiese, conventi, monasteri e piazze dove si affacciano palazzi pubblici e privati.

Il libro è il frutto di una passione e di una riflessione collettiva iniziata nel 2013 con il corso di formazione “Uomini e donne nella storia”. Da quel corso erano già scaturite le pubblicazioni “Il brefotrofio Beata Lucia di Narni in età liberale: storia di projetti, donne e comunità” e “Donne e fabbrica a Narni nel lungo Novecento”, a cui hanno lavorato due diversi gruppi di ricerca diversi per età, formazione culturale e professione.

Un terzo gruppo ha poi avvertito l’esigenza di riflettere sul ruolo, le funzioni, le relazioni delle donne nel complesso della realtà storico-sociale e culturale narnese. Ne è nata una pubblicazione che raccoglie notizie storiche, testimonianze, immagini sulla presenza delle donne a Narni attraverso il tempo e lo spazio.

Un viaggio che si snoda lungo quattro itinerari urbani che incrociano percorsi tematici come la maternità, il lavoro, la cittadinanza, l’arte e la scrittura. Alla presentazione della guida porteranno i saluti il sindaco Francesco De Rebotti, l’assessora alle pari opportunità Silvia Tiberti, la presidente dell’associazione Città di Narni Simona Buscella, Sonia Berrettini, vice presidente del Centro per le Pari Opportunità della Regione Umbria e Roberta Pagliai, a nome del Museo Eroli.

Introdurrà Carla Arconte del gruppo di ricerca Donne e uomini nella storia, e a presentare la pubblicazione sarà Elisabetta Serafini della Società Italiana delle Storiche, associazione nata nel 1989 con l’obiettivo di promuovere la ricerca storica, didattica e documentaria nell’ambito della storia delle donne.

Interverrà Maria Pia Ercolini, fondatrice e presidente di Toponomastica Femminile, associazione nata nel 2012 con l’idea di impostare ricerche, pubblicare dati e fare pressioni su ogni singolo territorio affinché strade, piazze, giardini e luoghi urbani in senso lato, siano dedicati alle donne.