Sen. Battistoni: “Governo sostenga sistema depurazione Lago di Bolsena. Urgono investimenti, comuni da soli non ce la fanno”

NewTuscia – BOLSENA – Ho presentato al ministro dell’ambiente Sergio Costa un’interrogazione urgente sulla situazione dell’impianto di depurazione del lago di Bolsena, la cui gestione in questo momento è vacante per via del fallimento della società che lo gestiva, Cobalb Spa.
Lago di Bolena

Il lago è un bene di assoluto valore, non solo per la popolazione che lo abita, ma ha una valenza internazionale per la qualità delle acque, le specie di pesci che lo abitano, e la sua proiezione turistica nel mondo.

È arrivato il momento che anche lo Stato faccia la sua parte, perché il lago, la sua salute, il mantenimento qualitativo delle sue acque, non può ricadere solo ed esclusivamente sugli 8 comuni che lo abbracciano o sui 30 mila residenti che lo vivono. È qualcosa di molto più grande.
Pertanto ho chiesto al ministro se è a conoscenza della situazione attuale e se è intenzione del governo investire sulla rete di depurazione delle acque.
Questo è un argomento di assoluta urgenza e mi aspetto dal Ministro Sergio Costa una risposta rapida: il lago di Bolsena è un sito riconosciuto dall’Europa per la conservazione della biodiversità nella “Rete 2000”, è il lago vulcanico più grande del vecchio continente ed ha visto negli ultimi decenni uno sviluppo turistico nel pieno mantenimento delle peculiarità ambientali. Le amministrazioni hanno sempre investito sulla tutela del verde e delle acque, ma oggi da sole non ce la fanno più.
Occorre un intervento serio e puntuale da parte del Governo per riqualificare ed ammodernare la rete di depurazione che coinvolge tutti i comuni del lago, ormai vecchio e obsoleto.
Così in un comunicato il senatore Francesco Battistoni.