Operazione Erostrato, revocati i domiciliari a Erasmi e Pecci

NewTuscia – VITERBO – Il Tribunale di Roma ha accolto le richieste dei legali Manuel Pecci ed Emanuele Erasmi riguardanti la revoca dei domiciliari; non potranno lasciare la città, ma questo è il solo obbligo da rispettare dopo il rinvio a giudizio del 14 gennaio. Potranno dunque riprendere il lavoro e tornare alla loro vita con l’alleggerimento della loro posizione dovuto all’opzione del rito alternativo scelta da nove membri della banda  Trovato e Rebeshi.

Pecci ed Erasmi, seguendo il rito ordinario, compariranno davanti al tribunale di Viterbo il 9 marzo per rispondere all’accusa di partecipazione ai reati con metodo mafioso, un capo di imputazione diverso rispetto a quello che pende sul capo dei dei nove che hanno scelto il l’abbreviato e che dovranno rispondere di associazione di stampo mafioso.