Federico Usai (il gentlemen del giornalismo viterbese) lascia la guida di Tusciamedia

 Gaetano Alaimo

NewTuscia – VITERBO – Ho letto poco fa e, non lo nascondo, con non poco stupore, il redazionale con cui il collega e amico Federico Usai annuncia la fine dell’esperienza editoriale di Tusciamedia.

Giornalista di grande esperienza, con il quale ho condiviso i miei primi passi nel giornalismo nel lontano 1994 con la Rivista periodica “Diritto&Rovescio” insieme alla compianta ed irraggiungibile Alessandra Corsi, Federico Usai è quello che si può definire il giornalista gentiluomo. Toni pacati ma decisi al momento giusto, Usai ha avuto esperienze plurime nel giornalismo locale: dalla televisione ai mitici tempi di TeleViterbo (e non solo, ma i viterbesi lo ricordano soprattutto per la sua attività a TvT) al giornalismo scritto, su carta stampata e online.

Cognome che a Viterbo fa rima con giornalismo, Federico Usai ha avuto il merito di rimanere se stesso da tutti i punti di vista. Da quello professionale a quello umano, acquisendo dalla propria umiltà credibilità e sostegno da parte dei lettori e dei suoi colleghi.

Un giornalista d’esperienza e di esempio per le nuove leve e quelle ormai non più nuove (ahimé, come il sottoscritto!). Non tutti i suoi colleghi coetanei, e lo dico convintamente, hanno avuto questa caratteristica di Federico. Alle volte l’esperienza porta saggezza e voglia di insegnare ai più giovani la professione più bella del mondo, altre volte voglia di protagonismo. Magari sfruttando le situazioni e le cariche ricoperte per la comprovata esperienza raggiunta nel proprio settore lavorativo. Ebbene, Federico Usai ha avuto questo merito: rimanere un esempio anche umano.

Continuerà a lavorare per un giornale che stimiamo, Tusciatimes.eu, diretto dalla collega ed amica Wanda Cherubini: ad maiora Federico!