Noi per Vetralla sulla Vetralla Servizi

NewTuscia – VETRALLA – Riceviamo e pubblichiamo.

Imbarazzante e irricevibile la replica dell’amministrazione Coppari all’articolo delle sigle sindacali, per una volta tutte compatte nella critica, sulla situazione dei lavoratori della Vetralla Servizi. Quanto da noi denunciato più volte sta volgendo al suo drammatico epilogo ed a nulla valgono le isteriche reazioni di un’amministrazione che ha, ormai, fatto il suo tempo e che ha segnato un’invalicabile solco sia con la parte produttiva che sociale del paese. I fatti raccontati hanno, in realtà, una storia ben diversa da quella raccontata a cominciare dal presunto impegno di valorizzazione della Società.

Infatti non più tardi dell’autunno 2018, dopo aver cambiato il piano industriale della società togliendogli risorse economiche, l’assessore al bilancio,interrogato sui pericoli derivanti dalla ghigliottina della legge Madia, rispondeva che di meglio non si poteva fare e che a scadenza avrebbero, però, presentato una società in salute e priva di pericoli finanziari, circostanza immediatamente smentita alla chiusura di bilancio di fine anno della società che è risultata in perdita. Altro elemento significativo della farneticante difesa fornita ai giornali è la questione dell’asilo nido, laddove si afferma di aver dedicato risorse economiche per l’assegnazione del servizio all’infanzia alla società per salvaguardarla dalla legge Madia.

In questo caso va ricordato che questa amministrazione già aveva nel suo bilancio questa spesa e dopo una significativa riduzione, caricandone la differenza alle famiglie le quali non hanno mancato di dimostrare il loro disappunto invadendo il consiglio comunale, l’ha trasferita alla Vetralla Servizi. Per le famiglie che usufruiscono del servizio asilo nido, un bel regalo sotto l’albero di Natale, 30 euro di aumento mensile dei buoni pasto, dopo gli incrementi delle rete del marzo scorso, che ha assorbito gli aiuti alle famiglie della Regione Lazio e che questi signori avevano annunciato in pompa magna.

In questa situazione traballante dove, a tutt’oggi, malgrado le continue richieste da parte del nostro gruppo consiliare di visionare Il bilancio della Vetralla Servizi, cadute nel vuoto, è calata su alcuni lavoratori la scure di un rinnovo contrattuale penalizzante e riduttivo, in specie sulle tutele sociali, senza alcun accordo ne con le sigle sindacali ne con I lavoratori e pertanto a nulla vale il piagnisteo messo in scena a difesa di una trasparenza e disponibilità venuta meno in ogni fase dell’azione politica di questa amministrazione. Più delle scuse richieste il gruppo Noi per Vetralla si aspetta l’apertura di un tavolo di confronto su tutte le tematiche riguardanti la società Vetralla Servizi autentica risorsa per il nostro comune.

Roberto Tomassini

Portavoce gruppo Noi per Vetralla